EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Milano | 23 Gennaio 2021

Covid, Lombardia: non si placa la polemica sui dati errati. “Stop ricostruzioni imbarazzanti”

Il consigliere del Pd Samuele Astuti incalza Attilio Fontana dopo il caso scoppiato nelle ultime ore: "Fatti ormai conclamati, si lavori per uscire dall'emergenza"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

“Perché tra tutte le regioni italiane che regolarmente trasmettono i dati all’Istituto Superiore della Sanità solo la Lombardia è finita nella polemica dei dati sbagliati? Perché l’algoritmo funziona per tutto il resto del Paese, ma non per la nostra regione?”.

A porsi questi interrogativi è il consigliere regionale del Partito democratico Samuele Astuti, la cui voce si somma a quella di un altro consigliere di opposizione, Michele Usuelli (Più Europa), che già nei giorni scorsi – prima del botta e risposta odierno tra Attilio Fontana e l’istituto romano – era intervenuto sulla questione dei dati errati trasmessi da Regione Lombardia a Roma.

Una polemica proseguita per tutta la mattinata di oggi, superata poi in parte dagli eventi con l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza, che ha ufficializzato il passaggio della Regione dalla zona rossa a quella arancione, in vigore a partire da domani e per i prossimi quindici giorni.

“Fontana – prosegue Astuti – invece di provare a smentire fatti ormai conclamati con ricostruzioni fantasiose e imbarazzanti, dovrebbe iniziare a scusarsi per davvero. E’ giunto il momento di impiegare il tempo e le risorse per uscire da questa drammatica situazione perché, continuando così, non fa che danneggiare tutti i cittadini lombardi. Basti pensare che questo errore – sottolinea in conclusione il consigliere dem – costerà più di 300 milioni di euro a quegli esercenti che sono stati ingiustamente costretti a chiudere per una settimana”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127