EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Valcuvia | 19 Gennaio 2021

Novità nelle parrocchie della Valcuvia: nascono due nuove Comunità Pastorali

Ridefinito dal vescovo di Como l’assetto del vicariato di Canonica: Bedero e Masciago si uniscono a Rancio, Cassano e Ferrera; Casalzuigno va con Cuveglio, Cuvio e Duno

Il vescovo Cantoni accolto a braccia aperta dalla comunità di Bedero e Masciago
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grandi novità per i fedeli delle parrocchie della Valcuvia: importanti cambiamenti stanno infatti per modificare in maniera consistente l’assetto del vicariato di Canonica, che appartiene alla Diocesi di Como.

Il vescovo, monsignor Oscar Cantoni, infatti, ha emanato un provvedimento con il quale ridefinisce le Comunità Pastorali sul territorio: Rancio, Cassano e Ferrera di Varese escono dalla comunità “San Giovanni Paolo II” per andare a formarne una nuova insieme a Bedero e Masciago Primo, senza parroco dopo il trasferimento di don Stefano Ghiringhelli a Cermenate.

Al loro posto entreranno le parrocchie di Casalzuigno e Arcumeggia, anch’esse rimaste senza pastore dopo la scomparsa improvvisa di don Mario Munaretto avvenuta lo scorso aprile.

La nuova Comunità Pastorale sarà composta, così come emerge dal decreto della curia lariana, dalle parrocchie dei Santi Ippolito e Cassiano in Cassano Valcuvia, di S. Maria Maddalena in Ferrera di Varese, dei Santi Fabiano e Sebastiano in Rancio Valcuvia, di S. Ilario di Poitiers in Bedero Valcuvia e di S. Agnese in Masciago Primo.

Come riporta il quotidiano locale La Prealpina, in attesa della nomina del presule che prenderà la guida della neonata comunità (che dovrebbe avvenire con tutta probabilità prima della Quaresima) le parrocchie sono state affidate al vicario foraneo, don Enrico Molteni, nominato nel frattempo amministratore parrocchiale di Ferrera, Cassano e Rancio.

L’ipotesi rilanciata dalle colonne di Prealpina è che don Molteni possa essere affiancato da un coadiutore che lo affianchi nell’amministrazione di una comunità di poco più di 3mila abitanti ma non scevra da criticità.

La comunità intitolata a Papa Wojtyla, invece, raggrupperà le parrocchie di S. Vittore e di S. Ambrogio (Arcumeggia) in Casalzuigno, di S. Lorenzo (Canonica) e di S. Michele (Cavona) in Cuveglio, dei Santi Pietro e Paolo in Cuvio e dei Santi Giuliano e Basilissa in Duno. A tal proposito, don Lorenzo Butti è stato nominato parroco anche di Arcumeggia e Casalzuigno – delle quali prenderà ufficialmente possesso il prossimo 7 febbraio -, oltre che responsabile della Comunità Pastorale stessa.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127