EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 23 Novembre 2020

“Gli amici delle Sempiterne” sbarcano online: cultura, arte e cucina in formato social

L'associazione presieduta dalla giornalista luinese Simona Fontana si presenta al pubblico con le iniziative di Natale e una proposta per coinvolgere bar e ristoranti

Tempo medio di lettura: 3 minuti

La neonata associazione “Gli amici delle Sempiterne – Sempiterne friends” si presenta con quattro video e due gare.

A partire da oggi, lunedì 23 novembre, l’ associazione culturale presieduta dalla giornalista Simona Fontana propone le sue iniziative, in vista del mese di dicembre, organizzate su internet. “L’associazione appena nata intende dedicarsi a tematiche care alla quotidianità, con lo scopo di fare squadra in un momento di crescita così delicato per la nostra società – afferma Simona Fontana -. Il motore di tutto questo è l’entusiasmo con cui Giada Risi ed io siamo state accolte in pochi mesi dalla comunità virtuale dei social network – in particolare di Instagram – sul nostro feed @le_sempiterne. Nel nostro programma dei prossimi mesi ci teniamo molto a coinvolgere gli Instagrammer, e se qualcuno volesse unirsi a noi saremo felici di accoglierlo”.

I video sono fruibili attraverso il canale Youtube dell’associazione. L’arte, anche culinaria, e la cultura sono sempre state rifugio prezioso durante i periodi storici complicati. Due video sono dedicati alle ricette del dolce natalizio Zelten dell’Alto Adige Südtirol ( per tradizione da preparare entro il giorno 8 dicembre ) e dei canederli, piatto caro anche alla tradizione lombarda, preparato da Katia Pagano Mariano (@katia_in_cucina). I video sono fruibili sul canale di YouTube Le Sempiterne.

Due contributi culturali sono stati realizzati con l’architetto Massimo Duroni, docente di Design presso il Politecnico di Milano, che presenta un gioco didattico per bambini ispirato alla luce, in particolare a Dan Flavin. I bravi Instagrammer di @unquadrodite propongono un approfondimento dell’opera Varese Corridor del 1976 presente a Villa Panza, patrimonio del Fai di Varese.

La magica atmosfera del Natale altoatesino ispira tutti noi e ci rasserena: grazie ad una sinergia con Alto Adige Südtirol, l’associazione proporrà alcuni contributi della tradizione di quel luogo fiabesco. Chi ama il sapore intenso delle spezie, del miele e della frutta candita non può che cimentarsi nella ricetta dello Zelten, il dolce natalizio più famoso dell’Alto Adige che, per usanza, viene preparato entro il giorno 8 dicembre per essere poi gustato alla vigilia di Natale. Un pane dolce che si caratterizza per il sapore deciso e il profumo intenso.

La nostra buona enogastronomia lombarda crea un ponte con l’Alto Adige con la luinese Katia Mariano che suggerisce il piatto dei canederli, così cari anche alla Valtellina. Katia Pagano Mariano è chef per passione, food blogger, speaker del programma radiofonico “Katia in Cucina” su Radio Village Network. In questo periodo fa parte di una importante community di cucina gestita con la food blogger e giornalista Patrizia Rimoldi (@lagaiacucinadipatty): la loro passione per la tradizione dell’arte culinaria le ha portate a lanciare l’hashtag #lericettedimenticate.

L’architetto Massimo Duroni, docente al Politecnico di Milano, si è ispirato alla Luce e, in particolare, a Dan Flavin. Il suo contributo ha volutamente uno scopo didattico per stimolare la creatività dei bambini, avvicinandoli al mondo dell’arte. Il video intende suggerire un gioco da realizzare in famiglia: i piccoli, al buio, con il supporto di una app ( es.GarageBand ) compongono una musica e danzano con bacchette fluorescenti multicolori facilmente reperibili sul web.

L’alchimia di luci e colori stimola la creatività e permette all’adulto di spiegare la storia dell’arte, mostrando ai ragazzi le opere di artisti celebri che hanno fatto della luce la loro maggiore fonte di ispirazione. In questo caso, l’architetto Duroni ha portato ad esempio Villa Panza, prezioso patrimonio varesino di proprietà del Fai, che vanta opere di Dan Flavin.

Il profilo Instagram @unquadrodite dedica un suo prezioso contributo a questa vera e propria opera d’arte in linea dalle ore 20. Il team di questo feed è composto da Matteo Scavetta, Francesca Bogliolo, Roberta Bani e Alice Salvatico che realizzano #audioquadri dedicati all’artista prescelto. Un progetto nato dalla convinzione che l’arte faccia parte del nostro bagaglio culturale, così come le fiabe e che, come queste, sappia raccontare la vita sotto forma di metafora. Ecco perché credono che l’arte possa essere raccontata per condurre chi guarda a dialogare in modo costruttivo con il mondo che lo circonda e con sé stesso. Cosa desiderano seminare? Accrescimento culturale, gioia personale, riconoscimento nell’immagine, sperando che producano frutti. Matteo Scavetta, è, tra l’altro, il capo gruppo del Fai Giovani Alassio Albenga di cui fanno parte tutti e quattro.

Per coinvolgere le attività, l’associazione propone due gare sui social network Instagram e Facebook. I temi saranno food (cibo) e un dono natalizio.
La sfida del cibo partirà sabato 28 novembre, quella del dono di Natale sabato 5 dicembre. Tutti i ristoratori o i bar potranno inviare una foto di un piatto o di un panino del loro menù di asporto alla mail lesempiterne@gmail.com.

Sabato nelle storie di Instagram e nella pagina Facebook delle Sempiterne i navigatori potranno votarli. Al vincitore verrà dedicato un articolo sul blog delle Sempiterne con la ricetta. In merito alla sfida riguardante il dono, i dettagli nella prossima settimana. Per tutti coloro che volessero informazioni riguardanti le attività dell’associazione, info al 338.7007785 oppure lesempiterne@gmail.com

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127