EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 19 Novembre 2020

Varese, anche Fabio Passera candidato alle elezioni provinciali 2021

Presentata ieri la lista "Civici e Democratici", sostenuta dal Partito Democratico. Attenzione a sicurezza, economia e sociale: "Lasciare meno soli comuni e sindaci"

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Il Gruppo “Civici e Democratici”, supportato dal Partito Democratico della Provincia di Varese, nella giornata di ieri – mercoledì 18 novembre – ha presentato la propria lista di candidati per le elezioni provinciali, che si svolgeranno nei prossimi mesi del 2021, dopo lo spostamento indicato dal Governo a causa della pandemia.

“In queste settimane segnate dall’emergenza sanitaria, che fino ad oggi ha visti impegnati i nostri sindaci, la Regione e il Governo e molto meno la Provincia, quest’ultima dovrà diventare protagonista di una nuova fase, quella cioè della gestione della ricostruzione dalla crisi economica e sociale che questa pandemia sta portando e porterà anche in un territorio attivo e ricco come era il nostro prima del virus”: è l’affermazione di Giovanni Corbo, sindaco di Besnate e Segretario Provinciale del Partito Democratico di Varese.

Per questo, nella conferenza stampa tenutasi ieri, la Lista “Civici e Democratici” ha sostenuto che il voto di primavera per il rinnovo del Consiglio Provinciale non sia una semplice occasione per pesare gli equilibri politici né tantomeno una formalità istituzionale, ma uno dei momenti in cui gli amministratori voteranno “per dare un contributo alla gestione di questo dramma chiamato pandemia, nel quale la Provincia deve essere più protagonista e lasciare meno soli i sindaci e i comuni“.

Il voto per la Provincia nella prossima primavera 2021 è quindi, secondo i candidati della lista, “un voto degli amministratori per salvare il nostro territorio dalla pandemia e dalla crisi economica e sociale che porta con sé: un voto di coscienza, oltre che di appartenenza, e di discontinuità perché la Provincia in questi mesi non ha difeso i Comuni come poteva, neanche quelli in sintonia con la maggioranza in Consiglio provinciale e con il Presidente”.

“Per questo motivo”, ha dichiarato Stefano Bellaria, sindaco di Somma Lombardo e candidato nella lista “Civici e Democratici”, “il Centrosinistra mette in campo una proposta rinnovata rispetto al passato. La lista ‘Civici e Democratici’, composta da validi amministratori del nostro territorio, tra cui sei sindaci, sarà infatti in competizione con una lista civica con cui dopo il voto, lo dichiariamo sin d’ora, inizierà una leale collaborazione in Consiglio Provinciale. Una scelta, in linea con quanto attuato nelle recenti elezioni amministrative, che ci aiuterà a meglio rappresentare le istanze di rinnovamento arrivate dai cittadini”.

“Per raggiungere questi obiettivi – spiega il gruppo – la nostra lista e la nostra potenziale alleanza di maggioranza in Consiglio stanno lavorando su alcuni chiari punti di cambiamento al servizio dei Comuni e degli amministratori e quindi in aiuto ai cittadini in questa fase terribile della nostra vita”.

Un tema decisivo di cui “Civici e Democratici” si candida a essere riferimento del cambiamento è quello della sicurezza, “che tanti nostri Comuni vivono come un problema crescente al netto dei numeri della Prefettura; la crisi portata dalla pandemia (che deve ancora palesare tutti i suoi effetti) rischia di aggravare la situazione in termini di microcriminalità, di usura, di infiltrazioni delle mafie (soprattutto attraverso usura e riciclaggio) e di inquietudine sociale che peraltro si è già palesata nelle manifestazioni delle ultime settimane. La Provincia può lavorare con i Comuni per coordinare proposte e progetti di intervento sulla sicurezza e sulla lotta al degrado che da soli gli Enti locali non potrebbero sostenere”.

Un altro tema importante, che è nell’agenda della nuova Provincia dei prossimi mesi e anni, saranno i fondi – più di 200 miliardi – che dall’Europa arriveranno nella seconda metà del 2021 per la ripartenza economica e sociale dell’Italia. “Fino ad oggi la nostra Provincia non è stata al centro del lavoro che invece in altri territori o in alcuni Comuni si sta già facendo per indirizzare le richieste da fare al Governo e alla Regione nell’utilizzo della parte di quelle risorse per il rilancio dell’economia e delle famiglie in provincia di Varese – spiegano i candidati della lista – Ecco, noi faremo di questo lavoro uno degli impegni più concreti dei prossimi anni in Provincia e lo faremo insieme alle categorie economiche e sociali e non dal Palazzo. Esattamente come i nostri Sindaci sono abituati a fare nei loro Comuni. Già nei prossimi mesi prima del voto ci impegneremo a definire con i territori una prima parte di proposte per non arrivare in primavera troppo tardi rispetto ai tempi dell’Europa”.

Tema fondamentale è anche quello legato alla questione sociale: “Da questa crisi, nei Comuni vediamo già gli effetti sulla fragilità delle famiglie e sulla crescente problematica in questo contesto per gli anziani e per tutte le altre categorie più in difficoltà e con meno opportunità. I Comuni non possono rimanere da soli dinanzi all’aumento delle richieste da parte di persone e famiglie che la crisi e la situazione sanitaria incrementano nei numeri e nelle difficoltà e che la Regione non aiuta ad affrontare perché ha spostato in questi anni tutto sulla sanità peraltro con i risultati che vediamo”.

Di seguito riportiamo la lista dei candidati:

– Stefano Bellaria, sindaco di Somma Lombardo;
– Paola Sabrina Bevilacqua, consigliere comunale di Laveno Mombello;
– Cristiano Citterio, sindaco di Vedano Olona;
– Maria Cecilia Carangi, consigliere comunale di Malnate;
– Marco Giudici, sindaco di Caronno Pertusella;
– Elena Castiglioni, consigliere comunale di Carnago;
– Vittorio Landoni, sindaco di Gorla Minore;
– Paola de Alberti, assessore di Besnate;
– Carmelo Lauricella, consigliere comunale di Gallarate;
– Maria Luisa Savoldi, consigliere comunale di Cocquio Trevisago;
– Emilio Magni, sindaco di Cazzago Brabbia;
– Stefania Zanasca, consigliere comunale di Lonate Ceppino;
Fabio Passera, sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca;
– Floriana Tollini, consigliere comunale di Sesto Calende;
– Francesco Spatola, consigliere comunale di Varese;
– Roberto Zocchi, consigliere comunale di Gavirate.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127