EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 27 Agosto 2020

L’assessore Miglio ricorda il lavoro a Palazzo Verbania, “Una nostra scommessa vinta”

L'assessore all'ambiente e al territorio racconta del progetto che ha ridato vita all'edificio sul lungo lago facendolo diventare simbolo culturale di Luino

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Sono passati quattro anni da quella foto, scattata sulla terrazza di Palazzo Verbania. Era la nostra scommessa fatta davanti al lago e oggi possiamo dire di averla vinta”.

Alessandra Miglio, assessore all’ambiente e territorio di Luino, parla di uno scatto che la ritrae accompagnata dal sindaco Andrea Pellicini e dall’architetto Patrizia Buzzi, curatore della direzione dei lavori durante il restauro dell’edificio, simbolo cittadino. Ma ci sono anche altre immagini che Miglio vuole ricordare. Come ad esempio la foto che la ritrae durante il recupero degli archivi di Chiara e Sereni o quella della scoperta dei primi affreschi nel Verbania, risalenti agli albori del ‘900.

Ero preoccupata– confessa l’assessore, delegata ai beni monumentali durante la rinascita del Verbania- la complessità dei lavori pubblici mette sempre un po’ di timore, soprattutto per quanto concerne la loro continuità e il loro termine. Ogni variazione del piano originale comporta una discussione e delle delicatezze giuridiche molto impegnative. Perciò, quando abbiamo trovato i decori, eravamo contenti ma allo stesso tempo consapevoli che il progetto sarebbe stato molto più complesso”.

Progetto che, come sottolinea Miglio, è piaciuto a chi ha trasferito l’immobile (il Demanio) al Comune, senza alcuna spesa. “Vorrei sottolineare non solo che il Verbania è una delle più grandi scommesse vinte da questa amministrazione, ma è un bene che nel tempo è sempre di più apprezzato, visitato e vissuto”- l’assessore approfondisce- “Parlo di scommessa vinta non solo perché è un grande risultato, i lavori hanno avuto continuità e sono soddisfatta dei tempi in cui si sono conclusi, ma perché è un progetto su cui tanti non avrebbero scommesso”.

“Il giardino del palazzo e il lungolago sono la città che cerca la sua bellezza che ora deve estendersi anche al centro urbano, alle periferie e alle frazioni. Negli ultimi anni abbiamo lavorato al brand della nostra città e la riqualificazione del Verbania è un tassello fondamentale di questo processo. È l’icona cittadina ma è anche il punto focale dove convergono le tre identità lacustri, quella lombarda, quella svizzera e quella piemontese”.

“Ora dobbiamo pensare di rendere il Verbania ancora più digitale e la sua fruizione ancora più efficace”- conclude l’assessore -ad esempio, un’esigenza che è nata dalle difficoltà attuali portate dalla pandemia, è quella di aprire le sue porte a livello globale e far assistere ai suoi eventi chiunque, in qualunque parte del mondo, con un potenziamento significativo delle nuove tecnologie digitali”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127