Luino | 12 Agosto 2020

Luino, caso viadotti: “Valutare altre strade per evitare gli sversamenti”. Pellicini scrive alle autorità

Il sindaco prende posizione con una lettere inoltrata a Provincia, Alfa, Ato e Arpa per scongiurare il bypass della rete fognaria: "Creerebbe gravissimi danni"

Una struttura di sostegno su un tratto di strada verso Colmegna, il sindaco scrive ad Anas
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la presa di posizione sulla stampa locale, in relazione al rischio di sversamento di liquami nelle acque del lago, come conseguenza diretta dei lavori in corso sulla strada statale 394 nel tratto che costeggia il Verbano, il sindaco di Luino Andrea Pellicini ribadisce la sua contrarietà all’idea di sacrificare salute ambientale e immagine del territorio – peraltro in piena stagione estiva – in funzione delle complesse opere di riqualifica ai viadotti finanziate da Anas con un investimento che supera i nove milioni di euro.

Nel farlo si rivolge direttamente ad Ato, Alfa, Arpa e Provincia di Varese, ente quest’ultimo che insieme all’Autorità di Bacino sarà chiamato ad esprimere un giudizio definitivo sulla fase di lavori che ad oggi prevede di bypassare la rete fognaria.

“Avuto riguardo delle numerose sollecitazioni in merito alla possibilità che le operazioni di sistemazione del collettore fognario comprensoriale lungo la strada litoranea possano causare temporanei sversamenti di liquami a lago, vi chiediamo di valutare ogni possibile accorgimento tecnico utile ad evitare il rilascio nelle acque del lago Maggiore – scrive Pellicini -. A tal fine vi invito a prendere contatto con i funzionari di Anas che seguono i lavori sul viadotto Luino – Colmegna, al fine di concordare le modalità più opportune per la prosecuzione delle opere senza addivenire ad uno sversamento di liquami a lago, che creerebbe gravissimo pregiudizio all’ambiente”.

Un intervento deciso, a difesa del territorio e del lago, da parte dell’amministrazione comunale, è stato invocato nei giorni scorsi dal candidato sindaco della lista “Proposta per Luino”, Enrico Bianchi, e dall’associazione Pescatori Alto Verbano, i cui soci hanno già annunciato l’intenzione di rivolgersi al maggior numero possibile di sedi istituzionali per evitare che il tanto temuto bypass della rete venga effettivamente eseguito, mettendo le priorità cantieristiche davanti a quelle per la tutela del patrimonio naturale.

Vuoi lasciare un commento? | 1

Una replica a “Luino, caso viadotti: “Valutare altre strade per evitare gli sversamenti”. Pellicini scrive alle autorità”

  1. Rolo ha detto:

    Ha ben fatto il Sig. Sindaco a contattare gli Enti preposti alla salvaguardia del Lago Maggiore, l’appunto che facciamo è quel “valutare” del titolo di questo articolo, perché il verbo giusto è e deve essere “trovare” (altre strade per evitare gli sversamenti) e confidiamo che l’Amministrazione luinese non dia, per prima, il proprio assenso al progetto di sversamento.
    Per il momento contiamo nel buon senso di tutte le parti contattate dal Sindaco Pellicini che dovrebbero essere le prime a tutelare la salubrità del, perché nessuna problematica può essere primaria rispetto al valore di quel patrimonio naturale che è il nostro lago, compresa la sua spiaggetta di Colmegna (unica con accesso libero su tutto il territorio comunale).

    A.S.D. PESCATORI ALTO VERBANO

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127