Roma | 9 Agosto 2020

Addio a Franca Valeri, icona dello spettacolo italiano

L'attrice aveva da poco compiuto cento anni. Nel 2011 Premio Chiara alla Carriera, il ricordo di Pellicini: "Fu meravigliosa. Resterà per sempre nella storia di Luino"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Cento anni compiuti solo pochi giorni fa, il 31 luglio scorso, Franca Valeri, una delle attrici più note e amate dal grande pubblico, si è spenta nella mattina di oggi, domenica 9 agosto, nella sua abitazione di Roma.

Ironica, vitale, pungente ma sempre raffinata, Franca Valeri ha saputo affascinare generazioni di spettatori interpretando personaggi che sono diventati punti fermi della storia dello spettacolo italiano, dal cinema al teatro passando per il varietà televisivo, due su tutte la Sora Cecioni e la Signorina Snob.

Nata a Milano nel 1920 ma romana d’adozione, Franca Maria Norsa decide di diventare Franca Valeri negli anni ’50, ispirandosi per il suo nome d’arte allo scrittore e poeta Paul Valery. A partire dal suo debutto, avvenuto nel 1948, l’attrice ha calcato palcoscenici di vario genere sia come interprete sia come autrice di commedie messe in scena da lei stessa, cimentandosi addirittura nella regia di melodrammi. Le generazioni più giovani potranno ricordarla anche nel ruolo di Olga Peres nella terza stagione della fiction di Raiuno “Linda, il brigadiere e…”, insieme a un attore altrettanto amato dal popolo, Nino Manfredi.

La Valeri è legata anche alla Città di Luino, dove, nel 2011, le è stato conferito il Premio Chiara alla Carriera “per l’intelligenza e l’ecletticità con cui, come scrittrice, attrice, ha stigmatizzato, con raffinata e caustica ironia, le frivolezze e le ipocrisie degli italiani, dando vita a personaggi capaci, oltre che di far ridere, di far riflettere su vizi e vizietti pubblici e privati” – come si legge nella motivazione data dagli organizzatori.

“Il giorno della premiazione al Teatro Sociale Franca Valeri fu meravigliosa“, ricorda il primo cittadino, Andrea Pellicini. “Aveva già più di novant’anni, ma sembrava avere lo spirito di una ragazza. Mi disse che lei pensava sempre al destino, altrimenti il destino, se ti distrai, ti gioca brutti scherzi. Oggi di anni ne aveva compiuti 100 da pochi giorni. Un’età da diva, come lei è sempre stata. Rimarrà per sempre anche nella storia di Luino“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127