Luino | 4 Agosto 2020

Riapertura scuole a Luino, “Quali interventi per rispettare i nuovi protocolli sanitari?”

La risposta dell'assessore Castelli: "Verifiche alle Motte, ma non ci sono altre criticità. Genitori tranquilli, faremo il possibile per venire incontro alle esigenze"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Durante lo scorso consiglio comunale di Luino, tenutosi lo scorso mercoledì 29 luglio nella sala consiliare di Palazzo Serbelloni – il primo dopo l’emergenza coronavirusuno dei temi toccati dalla minoranza è stato quello della scuola.

Nell’intervento in apertura, la consigliera Enrica Nogara ha sollecitato da parte dell’amministrazione alcune risposte in merito agli interventi che consentiranno, alla ripresa delle lezioni nel mese di settembre, di rispettare i nuovi protocolli sanitari volti a mantenere il distanziamento tra alunni e personale e a prevenire la diffusione del Covid-19.

A rispondere è stato l’assessore alla Cultura e all’Istruzione Piermarcello Castelli, il quale ha chiarito come, lo scorso mercoledì 22 luglio, si sia tenuta nella sala consiliare una “conferenza dei servizi” che ha permesso di raccogliere tutte le segnalazioni da parte dei dirigenti scolastici e dei RSPP (Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione) della scuola. Gli incontri tra Comune, scuola e docenti, però, si susseguono.

Non sono state segnalate situazioni di criticità nelle strutture delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado, fatta eccezione per la sede delle Motte, per la quale alcune misurazioni avrebbero rilevato la mancanza di quattro aule. “Faremo le verifiche necessarie”, ha dichiarato in merito Castelli, sottolineando che l’architetto Contini si sta mantenendo in costante contatto con il dirigente scolastico e l’RSPP per poter ottenere ulteriori dettagli e precisazioni da parte dell’istituto.

I genitori non dovranno preoccuparsi per la ripartenza delle lezioni, afferma l’assessore: “L’amministrazione farà tutto il possibile per venire incontro alle nuove esigenze del comparto scolastico”. Una delle possibilità di intervento ventilate da Castelli è quella di occupare anche le sale mensa per trasformarle in ulteriori aule, come pervenuto anche dalle indicazioni giunte dal Ministero, ma non si tratta ancora di una soluzione definitiva.

Non è ancora chiaro, inoltre, se si provvederà anche a effettuare uno spostamento di alcuni seggi elettorali situati abitualmente all’interno degli edifici scolastici in vista delle prossime elezioni amministrative del 20 e 21 settembre prossimo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127