Luino | 9 Luglio 2020

“Bene la riapertura delle Betulle, ma anche per l’impianto della Canottieri Luino colpo pesante”

A fronte dei fondi stanziati da Palazzo Serbelloni a Sport Management e al Luino Calcio, interviene il presidente Luigi Manzo: "Un anno complicato anche per noi"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la riapertura del centro sportivo “Le Betulle”, avvenuta nella giornata di ieri, a seguito dell’emergenza sanitaria di questi mesi che aveva imposto la chiusura della struttura, tutta la comunità ha tirato un sospiro di sollievo.

Per riaprire i battenti i gestori “Sport Management” hanno avuto un contributo dal Comune di Luino e da Comunità Montana pari a circa 31mila euro, di cui 26 da Palazzo Serbelloni e 5 dall’ente di secondo livello. Una somma che è andata a coprire i mancati introiti, a causa del Coronavirus, e gli investimenti effettuati per ripartire.

Non tutti, però, hanno preso bene questa notizia, non solo cittadini che hanno criticato la decisione di stanziare fondi da parte dell’amministrazione, ma anche gestori di impianti sportivi pubblici del territorio, tra cui il presidente della Canottieri Luino, Luigi Manzo, che da anni è concessionario del nuovo impianto del Lido e che auspica di avere la stessa attenzione dal Comune.

“Mi congratulo per la brillante soluzione della crisi delle Betulle e, dopo aver destinato ulteriori 61mila euro per la manutenzione ordinaria del campo del Luino Calcio, ora auspico che si rivolga l’attenzione all’altro terzo importante concessionario di impianti sportivi di Luino che è la Canottieri“, commenta il presidente Manzo.

È stato un anno difficile e complicato anche per noi – continua -; la cancellazione di tutte le attività remiere con ospiti stranieri, l’annullamento dei corsi e la ridotta, a causa della presenza del Luna Park, attività del Centro Estivo nel mese di luglio, hanno inferto un colpo pesante agli equilibri finanziari”.

Ho già avuto modo di rappresentare la anomala quanto preoccupante situazione al sindaco Pellicini che confido farà di tutto, come promesso, per assicurare un contributo anche alla Canottieri. Altro tema essenziale è l’assoluta necessità di avviare i lavori del 3° lotto. Al di là del fatto che con i ritardi accumulati dagli Uffici Tecnici rischiamo di far perdere le agevolazioni previste dal bando, ma se il Centro non entra a pieno regime viene messa in discussione la sua sostenibilità economica”, conclude Manzo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127