Luino | 8 Luglio 2020

Luino, dal Comune e dalla Comunità Montana 31mila euro per la riapertura delle Betulle

26mila euro da Palazzo Serbelloni e 5 mila dall'ente di secondo livello. Il sindaco Andrea Pellicini: "Sarebbe stato un disastro per la comunità"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Questa mattina, come comunicato ieri pomeriggio dai gestori di “Sport Management”, il centro sportivo “Le Betulle” è tornato in funzione dopo mesi di fermo di tutte le attività, compresi il basket e il tennis, a causa del Covid-19.

Il Comune di Luino, nella giunta di ieri sera, ha deliberato di corrispondere a Sport Management, società concessionaria del servizio pubblico, la somma di 31.970,83 euro a titolo di parziale compensazione delle perdite d’esercizio conseguenti all’emergenza sanitaria Covid19, calcolata in rapporto a cinque mesi di chiusura forzata del centro sportivo comunale “Le Betulle” (quattro mesi di chiusura effettiva e un mese per il riavvio delle attività).

La Comunità Montana Valli del Verbano, a sua volta, ha riconosciuto al Comune un contributo di 5mila euro per il valore ultra comunale del Centro, che serve un territorio molto più vasto, così facendo scendere l’esborso effettivo del Comune ad 26.970,83 euro.

“Per questo – commenta il sindaco di Luino, Andrea Pellicini – ringrazio il presidente Simone Castoldi, che con i suoi assessori si è dimostrato sensibile alle nostre istanze. Come sottolineato nelle relazioni dei funzionari comunali e acclarato dal revisore dei conti nel parere allegato alla delibera della giunta, l’ente non poteva ignorare che la pandemia avesse determinato gravi ripercussioni sulla gestione del Centro, del tutto sconosciute al momento della gara di concessione di questo servizio pubblico”.

Per questo motivo, la Giunta, sulla base di un’accurata istruttoria tecnica, ha approvato un accordo di revisione del piano medesimo, al fine di ristabilire l’originario equilibrio della gestione operativa della concessione, così come previsto dal Codice dei Contratti Pubblici.

Con ciò è stato perseguito un criterio di ragionevolezza della spesa, anche per evitare il ripetersi delle problematiche conseguenti la diretta gestione del Centro tra il 5 giugno e il 7 luglio 2013, che comportò un esborso a carico del Comune pari a 39mila euro.

“In quella situazione – commenta ancora il primo cittadino -, dopo la cessazione improvvisa della gestione di allora, il Comune, per non fermare le attività sportive e per non indire una gara con le piscine chiuse, fece di tutto per tenere aperto il centro, pur nella consapevolezza dell’elevato costo dell’operazione”.

“Questa volta, un eventuale contenzioso con il concessionario, avrebbe paralizzato ogni attività sportiva per molti mesi, con l’impossibilità per tutte le famiglie di Luino di portare alle Betulle i propri bambini per il nuoto, il basket e il tennis alla ripresa dei corsi a settembre. Sarebbe stato un disastro per la comunità. Non avrebbe quindi avuto senso procedere diversamente da come abbiamo proceduto“, conclude Pellicini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127