Varese | 1 Luglio 2020

Una petizione online per riattivare la linea ferroviaria Luino-Laveno-Novara

L'invito rivolto agli enti coinvolti è quello di riconsiderare la riapertura anche ai passeggeri di uno snodo importante per turismo e pendolari

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con una petizione lanciata sulla piattaforma change.org, il giovane arcisatese Nicolò Miani ha chiesto a Trenord, RFI e ai due enti regionali di Lombardia e Piemonte di prendere in considerazione la riapertura ai passeggeri della linea ferroviaria che collega Luino a Novara via Laveno e Sesto Calende, inutilizzata – da questo punto di vista – dal 2013.

Tale richiesta ha alla base due motivi in particolare. Il primo è quello della salvaguardia dell’ambiente e dell’incentivazione all’uso del trasporto pubblico, tematica – quest’ultima – in merito alla quale sono in costante aumento gli appelli provenienti da più parti.

Il secondo, invece, mette in evidenza l’importanza di tale collegamento ferroviario per tutto il territorio coperto dalla linea, sottolineando anche la presenza, a Ispra, del Centro comune di ricerca (JRC), il servizio scientifico interno della Commissione europea. Oltre a ciò, il bacino dei comuni sulla sponda del Lago Maggiore è notoriamente una zona a forte richiamo turistico grazie alle tante località di interesse naturalistico, storico e culturale, che, divenendo raggiungibili anche via treno, potrebbero avere un flusso di visitatori ancora maggiore.

Ecco perché “bisogna incentivare la gente ad usare i mezzi pubblici, se si vuole davvero aiutare l’ambiente, magari con sconti per studenti, pendolari, turisti, lavoratori del CCR”, scrive Miani nel testo della petizione.

Dal 2013, come già riportato sopra, la linea non è chiusa completamente, ma è percorsa solo dal traffico di merci pesanti da e verso il porto di Genova, l’Hupac di Gallarate e Milano.

L’invito rivolto agli enti interpellati è perciò quello di dare importanza non solo al traffico merci, ma anche allo spostamento dei passeggeri. La riattivazione di quest’ultimo porterebbe anche alla riqualificazione di tutte le stazioni della linea che, ad oggi, si trovano nel degrado più totale.

Dopo aver raggiunto circa 240 firme, c’è già un primo aggiornamento da parte di Trenord che, nel programma di sviluppo da qui al 2025 potrebbe considerare l’idea di attivare il tratto Sesto Calende – Laveno Nord.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127