Porto Ceresio | 1 Luglio 2020

Crisi nella giunta a Porto Ceresio, Santi: “Archiviare dimissioni e continuare con progetti”

Il sindaco Jenny Santi riparte dalle priorità del paese dopo le defezioni di Pozzi e Prestifilippo. "Dichiarazioni infondate, continuiamo per il bene della comunità"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Non cambiano di una virgola le prospettive del sindaco Jenny Santi sul futuro dei progetti che riguardano Porto Ceresio, nonostante il terremoto politico che ha scosso la giunta del paese lacustre nei giorni scorsi.

Le dimissioni dell’assessore Franco Pozzi a seguito dell’ultimo consiglio comunale, e poche ore dopo quelle rassegnate dal vicesindaco Marco Prestifilippo, non hanno causato alcuna forma di disorientamento nella prima cittadina, concentrata sulle priorità e sulle risorse ed energie che l’amministrazione deve necessariamente continuare ad investire per il bene della comunità.

Il commento del sindaco sugli avvenimenti della scorsa settimana è affidato alle pagine de La Prealpina: “Entrambi – ha affermato Santi in riferimento alle dimissioni di Pozzi e Prestifilippo – hanno lanciato accuse su ambiti che erano oggetto delle loro stesse deleghe: manutenzione e sicurezza per Pozzi e urbanistica per Prestifilippo. Tra l’altro erano assessori ai quali io ho sempre concesso la massima autonomia d’azione. Entrambi, inoltre, sapevano bene che io stessa avevo più volte sollecitato la Polizia locale e l’ufficio tecnico per trovare soluzioni che, rispetto al marciapiede tra le vie Matteotti e Mazzini, garantissero la sicurezza dei pedoni. Le loro dichiarazioni, quindi, sono quantomeno infondate“.

Ci sono poi le priorità, come detto: le asfaltature, i lavori alla rete idrica, il risanamento del Ceresio, i bagni nuovi per la scuola, i progetti per la sicurezza stradale dei pedoni. Tutte questioni che vanno portate avanti, nell’interesse della collettività. Per questo Santi manterrà le deleghe degli ex membri della giunta, consapevole che in assemblea potranno sorgere delle difficoltà in termini numerici sulla votazione delle singole delibere. Nulla se paragonato al rischio di vedere vanificati gli sforzi compiuti fino a qui se l’amministrazione dovesse cadere definitivamente.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127