Marchirolo | 26 Giugno 2020

Marchirolo, giovane non ha il biglietto del bus e finge di esser stato picchiato dai controllori

Il ragazzo ha cominciato a tirare testate contro le portiere e il vetro del bus, dopo l'allerta ai carabinieri. Due testimoni smentiscono la sua tesi

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 18.30, in centro a Marchirolo, un giovane ha dato in escandescenze in seguito a un normale controllo relativo alla regolarità dei titoli di viaggio su un bus di linea delle Autolinee Varesine lungo la linea N11, pullman partito da Varese alle 17.55 in direzione Lavena Ponte Tresa.

Sprovvisto di biglietto, dapprima si è rifiutato di ottemperare alla richiesta di documenti da parte dei controllori, i quali hanno allertato i carabinieri di Marchirolo alla fermata, arrivati in poco tempo perchè il comando è sito a due passi da via Fratelli Sapori.

Alla presenza di un militare dell’Arma, il giovane, residente a Brusimpiano, ha iniziato a urlare e a sbattere la testa contro le portiere e il vetro del mezzo dicendo di essere stato aggredito dai controllori, tesi successivamente smentita da parte di due passeggeri che si trovavano a bordo del mezzo.

A calmarlo, invece, sono stati i due controllori e i militari dell’Arma, mentre sul posto sono intervenuti gli operatori della SOS Tre Valli, che hanno trasportato il ragazzo al Pronto Soccorso Ospedale di Cittiglio in codice verde per ulteriori accertamenti.

L’azienda Autolinee Varesine ringrazia, a nome del personale, i testimoni che hanno aiutato i militi a ricostruire la dinamica di quanto avvenuto, scongiurando qualsiasi tipo di ulteriore criticità.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127