Lombardia | 29 Maggio 2020

Tassazione frontalieri, da Regione: “Nulla cambia per i lavoratori, stop a fake news”

Dopo l'intervento di ieri, l’assessore con delega ai rapporti con la Svizzera Sertori ha voluto fare chiarezza sulla bagarre sull'abrogazione dell'accordo del 1974

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Voglio chiarire questo equivoco: non ci sarà assolutamente nessun tipo di cambiamento sulla fiscalità dei lavoratori frontalieri. Non si sta parlando né di una legge né tantomeno di un provvedimento. Si tratta di una lettera a firma del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e dell’allora presidente del Cantone del Ticino, Christian Vitta con la quale si richiede, qualora l’attuale governo centrale volesse cambiare il regime fiscale dei frontalieri, di non mutare quello in vigore per gli attuali frontalieri e di non variare la situazione dei ristorni”.

Ad affermarlo è l’assessore regionale con delega ai rapporti con la Svizzera, Massimo Sertori, che dopo l’intervento di ieri e le grandi polemiche da una parte all’altra degli schieramenti politici, ha voluto fare chiarezza in merito alla bagarre nata sul regime fiscale di tassazione dei frontalieri.

“Mentre per i nuovi frontalieri si richiede che lo Stato centrale applichi delle deduzioni per calmierare una eventuale tassazione peggiorativa – continua -, abbiamo richiesto inoltre che il 50% dell’ipotetico gettito fiscale aggiuntivo dovrà andare alla Regione che a sua volta lo ridistribuirà ai Comuni di Confine“.

“È giusto e doveroso ricondurre le cose per come sono e lasciare fuori tutta la strumentalizzazione e la demagogia sentita in queste ore. Stiamo parlando di lavoratori che fanno sacrifici dalla mattina alla sera e quindi è fuorviante fornire notizie non veritiere e non certe”, conclude.

“E’ una vergogna che il Pd continui a strumentalizzare politicamente qualsiasi cosa che venga fatta o detta da esponenti di Regione Lombardia. L’ultima fake news che hanno voluto creare gli esponenti di questo partito riguarda una lettera che la Regione ha mandato al Governo per chiedere di tutelare i frontalieri qualora il Governo volesse attuare l’accordo,  sancito nel 2015 dal loro stesso governo targato Pd, che prevede l’aumento della tassazione per questa categoria di lavoratori.” Dichiara il Consigliere Regionale di Lombardia Ideale, Giacomo Cosentino, e continua “l’assessore regionale Sertori ha dovuto fare un video e un comunicato stampa per spiegare l’accaduto e tranquillizzare migliaia di lavoratori e famiglie preoccupati dalle notizie false create ad hoc da esponenti del Partito Democratico. Tutto questo è vergognoso, il tempo sarà galantuomo”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127