Luino | 21 Maggio 2020

Blitz antidroga a Luino, il sindaco Pellicini: “Situazioni di forte degrado non più tollerabili”

Soddisfazione, però, per il primo cittadino dopo l'intervento che ha portato all'arresto di una 29enne e al sequestro di droga. "Presidio costante del territorio"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

E’ stata accolta con soddisfazione da palazzo Serbelloni la notizia del blitz antidroga compiuto ieri mattina, tra il centro di Luino e Voldomino, dai carabinieri della città lacustre. Blitz che ha portato al sequestro di marijuana, cocaina e hashish e all’arresto di una ragazza di 29 anni.

Un’operazione brillante – l’ha definita il sindaco Andrea Pellicini, complimentandosi con gli uomini del capitano Alessandro Volpini, intervenuti alle prime luci dell’alba in coordinamento con i militari del Nucleo operativo di Verbania e con il gruppo cinofilo di Casatenovo – che dimostra ancora una volta come le forze di polizia vigilino in modo attento sul territorio“.

Accanto alla lotta agli stupefacenti condotta dai militari luinesi, ancora una volta puntuale ed incisiva, il blitz ha poi avuto il merito di far emergere una situazione particolarmente preoccupante sotto il profilo dell’igiene abitativo, come documentato dal nostro articolo pubblicato nella giornata di ieri.

La testimonianza proveniente dalle stanze dell’abitazione perquisita in piazza Piave, dove a valutare le condizioni dello stabile sono poi intervenuti anche i carabinieri forestali, insieme ad una dottoressa veterinaria di ATS Insubria (per via dei due cani abbandonati all’interno della casa) ha colpito, oltre ai nostri lettori, anche il primo cittadino. “Siamo certamente di fronte a situazioni di forte degrado – ha sottolineato Pellicini – che non possono più essere tollerate”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127