EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Cuvio | 30 Aprile 2020

Cuvio, concluso lo screening sierologico: su 471 cittadini in 25 a contatto con il Covid-19

Il sindaco Enzo Benedusi: "I dati ci permettono di limitare maggiormente i potenziali punti di contagio e ci indicano che è necessario non abbassare la guarda"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sono giunti i referti della campagna epidemiologica gratuita effettuata nel Comune di Cuvio il 25 e 26 aprile su 417 cittadini (residenti e non residenti), con mobilità lavorativa o appartenenti a categorie a rischio.

I dati offerti dalla indagine epidemiologica, forniti dalla società che si è occupata dei prelievi e dell’analisi degli stessi, offrono una “fotografia” dei possibili soggetti affetti da COVID-19 e asintomatici nel territorio di competenza del Comune, e possono fornire utili indicazioni per valutare quanto la contagiosità nel nostro paese si sia sviluppata.

I casi in paese, alla data odierna, dichiarati da ATS Insubria sono due positivi e due in osservazione.  In merito allo screening sierologico, sono stati sottoposti all’indagine 417 soggetti, cosi suddivisi: residenti a Cuvio 246, non residenti a Cuvio (ma con attività lavorativa nel nostro comune) 171. I soggetti con incremento anti-corpale risultano essere, dalle valutazioni riportate dal laboratorio, 25, pari al 6,0%.

“Abbiamo comunicato telefonicamente l’esito del test ai soli soggetti coinvolti a cui consegneremo il referto stesso da mettere a disposizione del loro medico curante – commenta il sindaco Enzo Benedusi -. Per loro il Centro Operativo Comunale (COC) è attivo per fornire supporto informativo (secondo le regole della privacy) e i sistemi di protezione individuale, consigliando norme di auto-isolamento, in attesa delle opportune azioni che ATS deciderà di compiere”.

I dati raccolti, infatti, sono a disposizione di ATS Insubria per ulteriori provvedimenti (indagine epidemiologiche, eventuale precoce trattamento o conferma diretta con tampone), per prevenire il possibile incremento di contagiosità virale e per tutte le azioni che riterrà opportune.

Dai dati raccolti, che fotografano il nostro territorio in questo momento, si evince il valore dell’operazione di lockdown attuato nel territorio, con il completo rispetto delle regole di auto-isolamento dei nostri concittadini effettuate nelle scorse settimane – continua il primo cittadino -, grazie anche all’importante supporto garantito dalle Forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia Locale) e dagli operatori della Protezione Civile e dei volontari per favorire in ogni modo la protezione dei cittadini (consegna spesa e farmaci a domicilio, consegna anticipata di mascherine, ecc.)”.

Questi dati ci permettono di limitare maggiormente i potenziali punti di contagio e ci indicano che è necessario non abbassare la guardia per aiutare tutta la popolazione ora che ci avviciniamo alla ‘Fase 2′, ossia quella della “riapertura’. Invito, quindi, tutti i concittadini ad osservare con scrupolosità il distanziamento sociale, l’uso dei sistemi d protezione e il rispetto delle regole indicate dal legislatore per scongiurare nuovi contagi in una comunità”, conclude il sindaco.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127