EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Maccagno | 3 Aprile 2020

Coronavirus, a Maccagno un pacchetto di misure per alleggerire le spese

La giunta ha attuato un provvedimento di contrasto alle ricadute economiche, rimandando a settembre una serie di imposte. Passera: "Continuiamo a fare la nostra parte"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo aver disciplinato l’utilizzo dei fondi statali per i “buoni spesa” da destinare alle famiglie maggiormente colpite dall’impatto economico che il coronavirus sta generando, il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca aggiunge un pacchetto di misure finalizzato ad alleggerire le spese di tutti i cittadini, intervenendo su alcune imposte di diretta competenza dell’ente, il cui pagamento viene posticipato alla fine di settembre.

Lo ha comunicato tramite Facebook il sindaco Fabio Passera, ma la decisione è stata presa nelle scorse ore dalla giunta, sempre nell’ambito del confronto attuato per stabilire la gestione dei 21 mila euro assegnati dal governo a Maccagno, per l’acquisto dei generi alimentari e di prima necessità dei soggetti più fragili, una somma che, come ha commentato lo stesso Passera, consentirà al comune di coprire, se necessario, ben 420 settimane di spesa.

Tornando al tema tasse, l’accordo preso dagli amministratori è quello di rimandare fino al prossimo 30 settembre il pagamento di servizi e affitti, secondo le categorie che il primo cittadino ha elencato attraverso il social network: concessioni di loculi, tombe e ossari presso il cimitero comunale; mensa scolastica; assistenza domiciliare e “Per Gioco”; affitti di fondi rustici, fabbricati, box, bar, ristoranti e altre attività economiche effettuate in stabili di proprietà dell’ente pubblico; recupero spese riscaldamento, acqua potabile, illuminazione, stabili comunali.

Con il medesimo atto e tenendo presente la stessa scadenza del 30 settembre 2020, la giunta maccagnese prevede inoltre di valutare pagamenti dilazionati, senza interessi di mora, e ulteriori provvedimenti a sostegno di famiglie e imprese locali.

Oggi è complicato capire come e quando tutto questo disastro finirà – scrive Fabio Passera in coda al post su Facebook – e pertanto si è deciso di rimandare ogni ulteriore decisione a dopo l’estate. Intanto proviamo a fare ognuno la propria parte, certi che sia l’unica strada da seguire“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127