Luino | 6 Gennaio 2020

In primavera al via la rinascita del Lido di Luino: investimento da 1,1 milioni di euro

Il sindaco Andrea Pellicini: "Abbiamo concluso l’anno nel modo migliore. Un risultato che consentirà alla città di completare il suo straordinario lungolago"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’amministrazione comunale di Luino, tramite la determina numero 762 dello scorso 30 dicembre, ha approvato il progetto esecutivo della rigenerazione del complesso Lido di Luino, aprendo il bando di gara per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione, dopo l’ok del mutuo da parte della Cassa depositi e prestiti.

L’affidamento dell’appalto di esecuzione dei lavori è pari a 853mila euro circa e i partecipanti dovranno presentare la loro offerta entro le ore 17 del 24 gennaio, mentre l’apertura delle buste è prevista il prossimo 27 gennaio alle ore 10. Il progetto prevede il restauro e la manutenzione degli immobili sottoposti a tutela (parte più costosa delle opere) e la riqualificazione dell’area verde esterna, che da anni ormai versano in uno stato di degrado e abbandono che in più circostanze ha indignato la popolazione luinese.

Il progetto definitivo ed esecutivo è stato redatto nel dicembre 2019 dall’architetto Enrico Marforio ed è stato approvato dal Settore infrastrutture del Comune il 30 dicembre scorso. “Dalle prime ricognizioni ed attività progettuali emerge un quadro di analisi che suggerisce azioni di intervento ben più impegnative di quanto originariamente ipotizzato refigurando quanto riportato nello studio”, si legge nell’analisi effettuata all’architetto Manrforio.

Anche per questa ragione l’amministrazione prevede due fasi per l’intervento: una prima fase, mediante redazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica, opportunamente completo dei documenti previsti per una sperimentazione di un partenariato pubblico/privato, al fine di attivare una procedura di pubblica evidenza per acquisire eventuali manifestazioni di interesse ovvero proposte di project financing volte a dare attuazione al programma di rigenerazione del complesso pubblico “Lido di Luino”; una seconda fase, invece, da attuare solo in caso di mancata concretizzazione di un impulso privato per un partenariato pubblico/privato, mediante redazione della successiva progettazione definitiva ed esecutiva, finalizzata ad un’attuazione diretta dell’opera pubblica da parte dell’Ente.

“Abbiamo concluso l’anno nel modo migliore – commenta il sindaco Andrea Pellicini -. La gara d’appalto del Lido era da bandire entro il 31 dicembre ed i tecnici sono stati bravissimi nel compiere tutte le formalità in tempo record, dopo che la Cassa depositi e prestiti ha confermato la concessione del mutuo solo al 28 dicembre. Con l’assegnazione dell’appalto entro fine gennaio, i lavori potranno iniziare tra marzo e aprile. Luino non si ferma e continua il suo sviluppo. Mi avvio quindi verso la fine del mio mandato con questo risultato che consentirà alla città di completare il suo straordinario lungolago”.

Il costo del progetto finale, non solo dei lavori, è pari a un milione e 170mila, di cui 700mila arrivano dal mutuo contratto con la Cassa Depositi e Prestiti (CDP), una parte dai ristorni dei frontalieri e il resto da risorse messa a disposizione dal Comune. A novembre, invece, sono cominciati lavori di sgombero e smantellamento, mentre ora si attende l’apertura del cantiere.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127