Luino | 27 Novembre 2019

Luino, modifiche al testo ma verso la conferma della cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Dopo il confronto di ieri pomeriggio in Commissione sembra si sia trovato un accordo tra maggioranza e minoranza. Domani la decisione definitiva in consiglio comunale

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Si è riunita ieri la Commissione comunale a Palazzo Serbelloni a Luino che, oltre a dettagliare e aprire il confronto su diversi temi riguardanti il bilancio, ha visto maggioranza e minoranza dibattere sulla proposta presentata negli scorsi giorni dai consiglieri comunali Franco Compagnoni, Enrica Nogara, Giovanni Petrotta e Pietro Agostinelli, relativa al conferimento a Liliana Segre della cittadinanza onoraria di Luino.

Il 15 novembre era stato il sindaco Andrea Pellicini ad annunciare la volontà dell’amministrazione di votarla insieme all’opposizione, ma con alcune modifiche al testo, come espresso ieri anche durante la seduta pubblica. Proprio il primo cittadino ha voluto aprire la discussione ad inizio seduta: “Non bisogna mischiare i fatti locali con la vita della senatrice Segre, dove si parla dei giusti e degli ingiusti, quindi vi invito a togliere questa parte, visto che si tratta di fatti locali in parte controversi e che vanno aldilà di quello che riguarda il valore del conferimento. Per il resto la maggioranza è pronta a votarla, ma non mettiamo le ‘miserie negative’ del nostro territorio (passaggio sui contrabbandieri, ndr) in questa delibera”.

A replicare, aprendo alle modifiche, uno tra i consiglieri che ha protocollato la proposta, Giovanni Petrotta: “I fatti riguardano Luino, cerchiamo di contestualizzare la proposta, per questo i fatti locali sono inerenti. Le vicende a cui Pellicini fa riferimento non sono controverse, sono chiarissime, ci sono anche sentenze che lo documentano, libri di storia che lo riportano. In ogni caso il 6 marzo 2017 don Sergio Zambenetti, Enrica Nogara e l’assessore Pier Marcello Castelli hanno partecipato ad un evento importante a Milano con Liliana Segre, un altro episodio che alimenta il legame tra la nostra città e la senatrice”.

Dal professor Petrotta, a nome della minoranza, la decisione di togliere le parti segnalate dal sindaco che non vanno bene alla maggioranza. “Aggiungiamo don Folli e la famiglia Garibaldi per sottolineare i valori del territorio (personalità di buon cuore e coraggio che hanno aiutato gli ebrei perseguitati), rispetto al senso dell’iniziativa”. Anche il consigliere di minoranza, Giuseppe Taldone, ha sottolineato l’importanza di trovare punto di incontro e unanimità per un tema così delicato.

Salvo emendamenti di altri consiglieri in assemblea, i presenti ieri in Commissione si sono messi d’accordo per modificare la proposta e votare la nuova, dopo aver protocollato stamane a Palazzo Serbelloni il nuovo testo. 

Oltre alla proposta di conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Luino a Liliana Segre, Senatrice della Repubblica e sopravvissuta al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz, nel consiglio comunale di domani, alle ore 20.30, saranno discussi e messi ad approvazione anche alti punti all’ordine del giorno, tutti relativi a specifiche su variazioni di bilancio di previsione 2019-2021, eccezion fatta per l’interrogazione che sarà presentata dal consigliere comunale Pietro Agostinelli in merito alla situazione di Piazza Aldo Moro, già raccontata negli scorsi giorni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127