Luino | 20 Settembre 2019

Colmegna, più di 9 milioni per la riqualifica dei viadotti lungo la statale: via ai cantieri

I lavori partiranno nelle prossime settimane, stando a quanto comunicato da Anas. Investimento tra i più corposi a livello regionale, coinvolti 1,2 chilometri di strada

Una struttura di sostegno su un tratto di strada verso Colmegna, il sindaco scrive ad Anas
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Eliminare gli effetti prodotti dall’invecchiamento della struttura“, questo l’obiettivo comunicato da Anas al Comune di Luino in risposta alla richiesta di chiarimenti inoltrata all’ente dal sindaco Andrea Pellicini lo scorso anno, in seguito alle preoccupazioni – evidenziate da diversi cittadini ed automobilisti – per lo stato del viadotto che sorge lungo la SS394, prima della galleria che collega la frazione di Colmegna a Maccagno.

Lungo è stato il dibattito sulle condizioni reali della struttura, soprattutto dopo la comparsa – la scorsa estate – di un’ulteriore impalcatura che si era aggiunta a quella già esistente, ma anche per la presenza di alcuni tagli sulla superficie stradale.

Anas aveva escluso criticità, un bel sollievo verso la fine di agosto 2018, viste anche le conseguenze emotive prodotte dalla tragedia del ponte Morandi a Genova, promettendo inoltre il ricorso a nuovi e sofisticati strumenti di monitoraggio, e svelando l’intenzione di intervenire con un progetto esecutivo indirizzato non soltanto a quello specifico viadotto, ma anche agli altri punti situati sempre lungo la Strada statale del Verbano orientale. In totale quattro.

Il progetto è stato discusso ieri durante una riunione avvenuta in Prefettura a Varese, dove il prefetto Enrico Ricci ha affrontato le ripercussioni dei futuri lavori sulla circolazione locale, insieme al responsabile Anas per la Lombardia, Marco Bosio, ai vertici provinciali delle Forze di Polizia, al comandante provinciale dei vigili del fuoco e della sezione varesina della Polizia stradale, e ai sindaci di Luino e Maccagno.

“I lavori – si legge nella nota ufficiale pubblicata dall’ente dopo l’incontro – per un importo superiore ai 9 milioni di euro, avranno una durata contrattuale di 400 giorni e saranno avviati, per la parte interferente con il traffico veicolare, nelle prossime settimane”.

Dati alla mano, si tratta di uno degli interventi di manutenzione più corposi attivati da Anas in Lombardia: 1,2 chilometri è la lunghezza complessiva del tratto interessato dai viadotti, la cui costruzione risale agli anni Settanta. “Il progetto di intervento – sottolinea infine Anas in riferimento ai dettagli dei lavori, per i quali è stato predisposto un piano di modifiche alla viabilità, in condivisione con il territorio – consiste in particolare nella demolizione e completa ricostruzione della soletta esistente tramite calcestruzzo ad alta resistenza, nel rinforzo degli impalcati con strutture in fibra di carbonio e nel ripristino delle superfici di rivestimento delle pile e delle fondazioni”.

Lo scopo finale dell’intera opera è rappresentato dal recupero della piena funzionalità di ognuno dei quattro viadotti, e dall’eliminazione del limite di peso attuale (32 tonnellate) con l’estensione del transito a tutte le categorie di veicoli, compresi quelli che si occupano di trasporti eccezionali.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127