Varese | 16 Agosto 2019

Non ce l’ha fatta il 19enne caduto nel lago dopo un malore

Nulla da fare per il ragazzo che era stato rianimato in riva al lago di Comabbio ieri pomeriggio, dopo esser finito in acqua. È spirato nella tarda mattinata di oggi

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Dopo quella di Cuvio, dove ha perso la vita una 74enne in un incidente avvenuto nel centro del paese, un’altra tragedia è avvenuta ieri, nella giornata di Ferragosto, nel lago di Comabbio.

Un 19enne, dopo il malore che lo ha colpito ieri, giovedì 15 agosto, quando era uscito nelle acque del noto lago, non molto distante dalla Spiaggetta del Prete, all’interno del Parco Mariano, è spirato nella tarda mattinata di oggi presso la rianimazione dell’Ospedale di Circolo di Varese. A spiegarlo il quotidiano “La Prealpina”.

Il giovane, dopo l’intervento di alcuni amici che lo avevano riportato a riva, era stato rianimato dopo circa un’ora di tentativi da parte di alcuni soccorritori, due dottori presenti in spiaggia, e successivamente dagli operatori del 118 intervenuti sul posto.

Il 19enne era stato così trasportato in codice rosso a Varese, dove era stato ricoverato nel reparto di neurorianimazione per la gravità delle sue condizioni cerebrali. Anche prima del decesso la situazione sembrava molto critica. Ora saranno da appurare le cause della caduta in acqua e i motivi del decesso. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Gallarate e i vigili del fuoco del Comando provinciale di Varese.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127