Germignaga | 6 Agosto 2019

Germignaga può gioire: il lago è balneabile. Sui fiumi al via azioni per migliorare la situazione

Il Comune ha commissionato ad un laboratorio di analisi di Angera il campionato di otto punti tra lago, Tresa, Margorabbia e San Giovanni. "Soddisfatti dei risultati"

Le comunità di Germignaga e di tutto il territorio possono esultare ulteriormente, anche se i dati della Goletta dei Laghi di Legambiente, in attività sul lago Maggiore, raccolti lo scorso luglio, già davano indicazioni positive: al Parco “Le Fontanelle” (zona Colonia) e presso il “Boschettino” le acque sono balneabili, due spiagge che in questi mesi estivi, ormai da anni, vengono prese d’assalto da turisti e da cittadini che cercano refrigerio e relax in riva al lago.

A riferirlo, però, oggi è uno studio che il Comune ha affidato al Laboratorio Analisi Ambientali di Angera che, in modo autonomo, ha effettuato, lo scorso 26 luglio, otto diversi campionamenti (due nel lago e sei nei fiumi, in entrata nel territorio comunale e nell’immissione nel lago), che hanno dato esito positivo, almeno per i bagnanti e per tutti gli avventori della spiaggia che sorge a due passi dal centro storico.

La decisione dell’amministrazione Fazio, di effettuare ulteriori analisi, nasce dalla volontà di procedere ad una più organica e razionale analisi indipendente su tutte le acque del territorio, anche a costo di riscontrare eventuali criticità per la presenza di alcune situazioni irrisolte e tuttora latenti, nonostante le azioni e gli interventi volti a migliorare la qualità delle acque già intraprese nei primi anni ’90 dalle amministrazioni guidate da Giorgio Garagnani.

Il lavoro del laboratorio, nonostante i campionamenti siano stati fatti in un periodo di alte temperature, fattore che favorisce la sopravvivenza ed il proliferare dei batteri, aveva l’obiettivo di cercare e studiare il livello di batteri, entrambi di origine intestinale, come l’escherichia coli, di natura prevalentemente umana, e l’enterococchi, di natura prevalentemente animale.

I prelievi sono stati effettuati, in entrata nel territorio di Germignaga e verso la foce, sul Tresa, sul Magorabbia e sul San Giovanni, mentre nei due campioni a lago sono state prese in considerazione la zona a lago del Parco Fontanelle e del lato Boschettino, in via Bodmer.

Da quanto si evince sia al Parco Fontanelle che nella zona del Boschetto i valori di entrambi batteri analizzati sono molto al di sotto i limiti, confermano la piena balneabilità delle acque, mentre situazione diversa è quella sul Margorabbia, sul Tresa e sul San Giovanni.

A risaltare nel Margorabbia sono i valori di enterococchi: presso la Mondiscia 1010 MPN/100ml, su un valore limite di 500, e nell’immissione del Tresa di 600 MPN/100ml. Entro i limiti, invece, gli escherichia coli. Per quanto riguarda il Tresa valori oltre i limiti sia nella zona del ponte della pista ciclabile, al confine con il Comune di Luino, sia alla foce a lago. Stessa sorte per il San Giovanni, dopo i risultati dei prelievi effettuati presso località Casa Americano e nella zona della foce del lago

A tracciare il quadro dei progetti che vorrà portare avanti l’amministrazione è il sindaco Marco Fazio: “L’obiettivo è quello di intervenire e risolvere le situazioni di compromissione della rete fognaria, non solo con l’individuazione e l’eliminazione delle fonti di inquinamento del Tresa, a partire dai due scoli ben evidenti quando si gettano nel fiume (zona ponte strallato per Luino e zona testata fabbricato Stehli verso Germignaga, ndr), ma anche con l’individuazione e l’eliminazione delle fonti di inquinamento del Sangiovanni (almeno un paio più evidenti, uno sotto il ponte in via Filzi e uno verso il ponte di via Bodmer, ndr)”.

Soddisfatto per i risultati, nonostante il lavoro da compiere nei fiumi, anche l’assessore all’Ecologia, Giovanni Corbellini: “Dopo anni di interventi, le acque del lago a Germignaga si stabilizzano su ottimi livelli di balneabilità. Per questa ragione, in collaborazione con la giunta e il sindaco Marco Fazio, l’assessorato all’Ecologia perseguirà ogni intervento per l’eliminazione dei contaminanti dalle acque anche dai nostri fiumi, la rinaturalizzazione della foce del Tresa ed il decoroso mantenimento delle spiagge comunali”.

“Un programma certo ambizioso e non facile, con l’impegno anche di costante monitoraggio per verificare il risultato degli interventi che si andranno ad effettuare. Contemporaneamente pare auspicabile che si valuti l’opportunità di riprendere o meno i progetti di completamento della spiaggia delle Fontanelle e di sistemazione della spiaggia del Boschettino (argomenti che esulano dalle competenze dello scrivente Assessorato)”, conclude Corbellini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127