Luino | 27 Luglio 2019

Luino, una folla gremita e commossa per l’addio a Pier Luigi

Un silenzio assordante quello che ha atteso il feretro fuori dalla Chiesa di San Pietro. Toccanti le parole di don Sergio e la lettera della figlia Debora

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Centinaia i presenti, tra familiari, parenti e amici, ai funerali di Pier Luigi Arduino, il 69enne scomparso lo scorso 2 luglio dalla sua abitazione e ritrovato senza vita, sabato scorso, quando alcuni parenti dopo esser entrati all’interno dell’ex Palazzo Ratti tra Luino e Germignaga, hanno trovato un cadavere, che successivamente è stato identificato e riconosciuto.

Una folla commossa, quella riunitasi presso la Chiesa di San Pietro in Campagna, dove don Sergio Zambenetti, prevosto di Luino, ha celebrato le esequie. Tante le persone rimaste fuori dal sagrato, che non sono riuscite ad entrare ma che non sono volute mancare in un momento di grande dolore per la moglie Rosa, per le figlie Debora, Emanuela, Lara e Sabrina e per tutti gli altri familiari.

Don Sergio, accogliendo tra le braccia della Chiesa Pier Luigi, ha provato a consolare i familiari, prima commentando alcuni passi del Vangelo, e poi provando a riflettere sul mistero della vita, che si alterna tra sofferenze, gioie, dolori ed anche speranza, parlando dell’amore indiscusso dei genitori verso i figli e di quanto fatto di buono da Pier Luigi nel corso della sua vita.

“Dio ci lascia liberi di agire – ha affermato don Sergio -, e noi viviamo al meglio il nostro percorso di vita, cercando di esprimerci nel migliore dei modi in tutto quello che viviamo. Pier Luigi ha sempre dato il meglio di sé, ne è dimostrazione la presenza di così tante persone questa mattina qui in Chiesa per l’ultimo saluto. Talvolta non riusciamo a capire quello che facciamo, siamo incerti nel compiere qualcosa per la quale vi sono dubbi, se sia la cosa giusta o sbagliata”.

La sua umanità e quella di tutte le persone che gli volevano bene non è da confondere con la follia di un momento, per il quale non sappiamo il perchè – continua ancora don Sergio -. Dentro tutto questo, però, c’è l’amore del Signore che, in ogni caso, non ci lascia da soli, ma ci affida a Maria e al Signore, nonostante la nostra impotenza di questi giorni e una vita che spesso può sembrarci complicata da accettare e ci fa pensare di non poter riuscire a venire fuori da quello che stiamo vivendo”.

Un pensiero, quello di don Sergio, che ha sottolineato anche l’importanza della solidarietà e della presenza silenziosa, riconoscendo dentro questa disgrazia un gran senso di fraternità. “So che sono state tante le persone a darsi da fare per cercare Pier Luigi, aiutando la famiglia in questo periodo così difficile. È proprio da questo che bisogna ripartire, un segno di vita all’interno del mistero di questa perdita. Un piccolo ma grande insegnamento che riceviamo”.

Toccanti e intense, infine, le parole della figlia Debora, che alla fine della celebrazione funebre ha voluto dedicare una lettera al padre a nome della sua famiglia: “Ti scriviamo perché abbiamo un grande bisogno di dirti grazie. La tua forza d’animo, il tuo non dire mai di no e la tua generosità sono rimasti nel nostro cuore, e grazie a te che ci sentiamo orgogliose della sicurezza con cui stiamo affrontando tutto. Certe volte sentiamo un vuoto dentro che ci riporta alle nostre litigate, alle nostre passeggiate in riva al lago e ai nostri scherzi ma sono proprio i ricordi a colmare questo vuoto ed è proprio la tua figura a darci forza e a infonderci coraggio”.

“Senza te, caro papà – conclude Debora -, non saremmo mai state quello che siamo oggi. Oggi a salutarti ci sono tutti i tuoi amici, i tuoi parenti, le persone che hanno avuto l’onore di conoscerti, chi ti ama e chi ci ama. Un giorno caro papà ci rincontreremo in un grande abbraccio, nel bel mezzo di una festa, che non potrà mai finire“.

Dopo il rito funebre, la salma ha proseguito per la cremazione sotto uno scroscio di applausi che, ancora una volta, ha dimostrato il grande affetto nei confronti di quest’uomo, nel giorno dell’ultimo addio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127