Cunardo | 8 Maggio 2019

Piste ciclabili, “Degrado anche tra Ghirla e Cunardo, più attenzione alla manutenzione”

Terza segnalazione, nell'arco di pochi giorni, per aree verdi ed itinerari del territorio. Lungo la pista della Valganna staccionate divelte in vari punti

Tempo medio di lettura: 1 minuto

La pubblicazione delle foto che ritraggono lo stato di un percorso didattico immerso nella natura, tra Cuveglio e Rancio Valcuvia, sembra aver provocato una reazione a catena tra gli abitanti delle valli attenti al decoro e alla fruibilità dei percorsi ciclopedonali presenti sul territorio.

A distanza di poche ore, infatti, all’appello dalla Valcuvia per il sentiero della Val Canasca, che ha poi innescato un dibattito tra utenti sulla praticabilità nei vari punti del tragitto, si è aggiunta una segnalazione proveniente dal parcheggio della pista ciclabile tra Mesenzana e Grantola, dove dopo dodici mesi dalla prima richiesta di intervento, inoltrata a Comunità Montana Valli del Verbano, tra lampioni fuori uso, erba alta e staccionate danneggiate nulla sembra essere cambiato.

All’elenco si aggiunge oggi un terzo scenario che meriterebbe attenzione, molto simile per gli aspetti menzionati ai casi degli scorsi giorni. Un’osservazione sulla mancanza di ordine e sicurezza arriva questa volta dalla pista ciclopedonale della Valganna, nel tratto tra i comuni di Ghirla e Cunardo. Gli scatti, allegati in galleria, mostrano la staccionata a bordo pista divelta in vari punti, anche dove le protezioni servono a delimitare lo spazio della pista dal torrente che la costeggia. In un altro passaggio, poi, la staccionata in legno risulta completamente sradicata ed è riversa nell’erba, dove assume una parvenza di abbandono che ricorda le condizioni dei lampioni non funzionanti nel parcheggio dell’altra ciclabile sopracitata.

In attesa dell’auspicata risposta da parte dei responsabili per la manutenzione delle diverse aree, qualche cittadino, dalle pagine dei gruppi Facebook dedicate ai paesi coinvolti, non ha mancato di esprimere nei commenti il rammarico per le situazioni descritte, le quali non fanno altro che estraniare gli itinerari immersi nel verde, veri gioielli per tutto l’Alto Varesotto, dalle finalità per cui sono stati concepiti.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127