Bedero Valcuvia | 6 Maggio 2019

La Comunità Pastorale di Bedero-Masciago in pellegrinaggio al santuario del Sacro Monte

Come di consueto due i gruppi che si sono dati appuntamento alla Prima Cappella: uno è partito a piedi dalla Chiesa di Bedero, l'altro in auto dall'oratorio

(articolo di Cesi Colli – Foto di Luca L.) La nostra Comunità Pastorale di Bedero-Masciago, come ormai avviene da svariati anni, il Primo Maggio ha camminato in pellegrinaggio fino al santuario del Sacro Monte di Varese: luoghi che hanno la capacità di incantare, di far pensare, di indurre l’animo a ritrovarsi, a riposarsi e ritrovare la pace; luoghi cantati, raccontati dalla penna e dal cuore di artisti, poeti e scrittori.

Come ogni anno, i più sportivi sono partiti a piedi dal piazzale della chiesa di Bedero e, passando per i boschi di Brinzio e della Rasa, hanno raggiunto la Prima Cappella. Un altro gruppo, partendo in auto dall’oratorio, ha iniziato il pellegrinaggio dalla Rasa e da lì, salendo a piedi, ha raggiunto la Prima Cappella. L’appuntamento per tutti i pellegrini era alle ore 15 alla Prima Cappella. I più anziani si sono trovati direttamente in Santuario.

Una splendente giornata di sole ha aiutato ad apprezzare e vivere ancora più intensamente lo straordinario patrimonio spirituale, naturale, umano, storico, artistico e culturale del nostro Sacro Monte. Pregando e meditando il S. Rosario lungo la Via Sacra, abbiamo vissuto un approccio diretto ed immediato con la bellezza in tutte le sue forme: apertura al rinnovamento interiore, armonia con il mondo che ci circonda, gioioso rapporto relazionale con le persone, riappropriazione del silenzio, predisposizione del nostro animo allo stupore e a scoperte inattese.

E’ stato consolante vedere la partecipazione dei giovani a questo pellegrinaggio: ciò dimostra quanto siano disponibili verso le proposte di valore, quanto siano entusiasti di aderire ad un’esperienza autentica di vita e di fede. Il pellegrinaggio al Sacro Monte parla, dunque, anche ai ragazzi di oggi, figli dei mondi digitali, perchè propone la fatica fisica di un’ascesa, che li richiama all’impegno di conformarsi a Cristo, contemplando, immedesimando e verificando la propria esistenza a Lui.

Arrivati al Sacro Monte c’è stato del tempo libero per una visita e un momento di ristoro. Maria ci ha accompagnato e aspettato al termine del cammino. Era lì per ascoltarci e per esaudirci, per bussare al cuore di Gesù, che ha senza dubbio aperto perchè non sa dire di no alla sua mamma celeste. Alle 16.45 è stata celebrata la S. Messa e, poi, riuniti ai piedi della Vergine, le abbiamo affidato la nostra Comunità Pastorale, certi che si prenderà sempre cura di chiunque a lei si consacra con tutto il cuore.

Mettendoci con fiducia nelle sue mani, ci farà da guida nel nostro cammino verso Cristo, per approdare alla comunione con Lui. Un cammino che lei conosce benissimo, avendolo percorso interamente fino all’Assunzione in Cielo. Affidandoci a lei siamo nelle mani migliori perché è stata la creatura più amata dal Padre, tanto che le ha donato il privilegio di essere la Madre del proprio Figlio incarnato, più di ogni altra è stata inondata dallo Spirito Santo ed è la donna che più ha conosciuto, amato ed imitato Gesù, suo Figlio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127