Besozzo | 25 Aprile 2019

Besozzo, la coppia Vitali-Pellicini protagonista al Duse

In calendario sabato, per la rassegna promossa dal comune, l'opera "Già, infatti, è così", viaggio teatrale-letterario per riflettere sul senso più profondo della vita

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sabato 27 aprile, ore 21, presso il teatro Duse di Besozzo, importante appuntamento per la rassegna “Benvenuti a teatro!“, promossa e organizzata dall’amministrazione comunale.

Ospiti sul palco il noto scrittore Andrea Vitali e il luinese Francesco Pellicini, protagonisti nella spettacolo di teatro, canzone e letteratura dal titolo “Già, infatti, è così“. L’opera, per la regia dello stesso Pellicini e di Matteo Carassini, prevede la partecipazione del cantautore e chitarrista Max Peroni e di Fazio Armellini alla fisarmonica.

Lo spettacolo, proposto dall’associazione Festival del Teatro e della Comicità Città di Luino, già presentato al pubblico lacustre lo scorso novembre, presso l’Auditorium di Maccagno e nell’ambito del Festival dei laghi lombardi, trae spunto da un intenso testo inedito scritto da Vitali, autore oggi tra i più apprezzati in Italia e non certamente nuovo alle trasposizioni teatrali delle sue opere letterarie. L’autore, originario di Bellano, sul lago di Como, dove ha ambientato molti dei suoi romanzi, ha esordito nel 1989 con “Il procuratore”, e da allora ha riscosso un crescente successo di pubblico e critica, vincendo numerosi premi letterari e creando un appassionato seguito di lettori.

Accanto a Vitali, come detto, ci sarà il cantautore ed attore comico Pellicini, direttore del teatro di Saronno “Guditta Pasta” e attualmente in tournée con la storica compagnia dei Legnanesi.

Protagonista del racconto è il maestro Gaspare Bomboletti, stimato professore di paese che la sera della vigilia di Natale (la ricorrenza è solo il pretesto che dà il via al racconto), alzatosi improvvisamente nel cuore della notte, avvolto da un nostalgico senso di vuoto, ripercorre la sua fragile esistenza contrapponendola, attraverso il sogno di una visione di affetti reali, all’inesorabile trascorrere del tempo, qui inteso come metafora del limite umano. L’apparizione nella notte della madre defunta, dell’amata d’infanzia e dell’amico scomparso in gioventù, perfettamente tratteggiata dalla sapiente creazione letteraria dello scrittore, renderà avvincente il finale della storia, narrata e cantata portando lo spettatore alla riflessione sul senso più profondo della vita.

In questo percorso teatral-letteario, intervallato dall’esecuzione di dolci canzoni a tema, il pubblico potrà lasciarsi trascinare incuriosito dall’epilogo spiazzante di un’alba ormai dietro l’angolo. Sempre presente nel foyer del teatro un piccolo punto ristoro a cura della Pro Loco di Besozzo, con opere della pittrice Letizia Valentino esposte alle pareti.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare il rivenditore Musical Box di via XXV Aprile (0332 770479) oppure visitare il sito www.teatrodusedibesozzo.com. Biglietti: 12 euro, ridotti ad 8 euro per gli studenti fino a 25 anni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127