Porto Ceresio | 11 Febbraio 2019

Porto Ceresio approva il regolamento sul Decoro Urbano: “Vogliamo un paese più pulito”

Durante il consiglio comunale di venerdì sera approvato anche il regolamento proposto dal neo vicesindaco Marco Prestifilippo. Sanzioni fino a 300 euro

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Importanti novità dal consiglio comunale di Porto Ceresio per tutti i cittadini, oltre le questioni legate al bilancio, alle tasse e alla mozione approvata sulla richiesta di spostamento dell’Ufficio Postale.

Venerdì sera, infatti, l’assemblea pubblica ha approvato il nuovo “Regolamento comunale per la tutela del Decoro Urbano”, dove sono stati raccolti 23 articoli con “Norme e divieti relativi al patrimonio pubblico”, con disposizioni su “Occupazione degli spazi pubblici da parte di soggetti privati”, “Norme e divieti relativi al patrimonio privato” e le sanzioni previste, che vanno da 150 a 300 euro in base ad un criterio ben dettagliato.

L’idea nasce per tutelare e valorizzare il decoro urbano e favorire la cultura del rispetto del bene comune, con l’obiettivo di agevolare il cittadino nella conoscenza di divieti e obblighi. Oltre a questo, poi, si vuole incentivare forme di collaborazione e partecipazione responsabile dei cittadini al decoro della città.

Così, dando un’occhiata agli articoli, si spiega ulteriormente i divieti a danneggiare, deturpare e porre in essere azioni a ledere con scritte, affissioni (manifesti fuori dagli spazi consentiti) e disegni, senza dimenticare il divieto a sporcare i beni pubblici, compresi la modifica degli arredi urbani (panchine, rastrelliere, etc) e i cartelli stradali. Saranno punite anche le persone che su finestre e balconi non fisseranno i vasi o altri oggetti, oppure verseranno l’acqua da annaffiamento in strada.

Un articolo è dedicato alla “Manutenzione e pulizia locali prospettanti sulla pubblica via“, dedicato agli esercizi commerciali, e uno, invece, riguarda la “Disciplina del verde e interventi relativi ad aree scoperte“. Proseguendo, poi, ci sono anche disposizioni relative alle strutture temporanee, agli arredi di bar ed esercizi di ristorazione, alla manutenzione degli edifici e anche allo sgombero della neve.

“Abbiamo riassunto principi e criteri volti alla conservazione e al miglioramento dell’ambiente urbano, quale bene primario della comunità locale – racconta il vicesindaco Marco Prestifilippo -, ai quali i cittadini devono attenersi per assicurare adeguati livelli qualitativi che garantiscono la piena fruibilità del bene comune. Un insieme di norme, di comportamenti e di attività svolte nel territorio comunale, finalizzate a tutelare la convivenza civile, la qualità della vita, a salvaguardare la sicurezza dei cittadini, il decoro dell’ambiente urbano con particolare riferimento ai beni di interesse storico, artistico e ambientale, nonché ai beni espressione dei valori di civiltà propri della comunità locale”.

“Vogliamo che il regolamento sia uno strumento attraverso il quale i cittadini si impegnano a contribuire per rendere il paese più bello e pulito, sensibilizzando e migliorando i comportamenti individuali e collettivi al fine di far maturare una forte cultura civica. Non sporcare, infatti, significa anche risparmiare”, conclude Prestifilippo.

Per consultare integralmente il regolamento, cliccare qui.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127