Cittiglio | 10 Febbraio 2019

I piccoli della Pediatria di Cittiglio felici grazie ai peluche della Pallacanestro Luino

Una delegazione della società luinese in visita al reparto. Il presidente Danilo Gubitta: "Abbiamo vissuto un pomeriggio intenso, che ricorderemo per molto tempo"

I piccoli della Pediatria di Cittiglio felici grazie ai peluche dalla Pallacanestro Luino
Tempo medio di lettura: 3 minuti

Il primo, sicuramente di una lunga serie, Teddy Bear Toss della Pallacanestro Verbano e Minibasket Luino, avvenuto durante la partita di dicembre al PalaBetulle contro Sedriano, si è concluso venerdì con la consegna dei peluche ai bambini ricoverati nella Pediatria di Cittiglio.

La delegazione PVL, accolta dal dottor responsabile Carlo Baldioli e dalla caporeparto Franca, era composta dal presidente Danilo Gubitta, una rappresentanza della prima squadra (coach Andrea Sterzi, il preparatore Matteo Rocca ed i giocatori Niccolò Palazzi e Andrea Gardini), diversi dirigenti, tra cui Matilde Ferrara, ed alcuni under 16, presenti con il loro coach Alessandro Bonino. Un bel momento per i piccoli ricoverati che hanno potuto alleviare le loro sofferenze grazie a questa bella iniziativa, ammirando il gigantesco peluche lasciato nella sala giochi del reparto, che farà com­pagnia ai bimbi e al­le volontarie della Fondazione “Il Ponte del Sorriso” che si occupano ogni giorno di far trascorrere più velocemente ai piccoli gli interm­inabili pomeriggi in ospedale.

“Abbiamo vissuto un pomeriggio intenso, che sicuramente ricorderemo per molto tempo – racconta il presidente Danilo Gubitta -. Abituati a vedere i nostri piccoli giocatori in palestra correre e divertirsi, ieri vedere quei bambini, alcuni nei lettini con le ‘flebo’, assistiti dai loro genitori, ci ha suscitato forti emozioni, e ancor più quando abbiamo visto il loro sorriso alla consegna dei peluche. L’ambiente è molto confortevole e colorato, mentre il personale medico-infermieristico e i volontari sono gentili e professionali e assistono amorevolmente i piccoli pazienti. La nostra iniziativa è stata molto apprezzata e come ringraziamento ci hanno consegnato un piccolo ‘canestro’ di cartone fatto dai bambini, con dedica, da mettere in palestra a ricordo di questo giorno speciale”.

“È stata una bellissima esperienza – afferma coach Andrea Sterzi -. Entrare nel reparto di pediatria  e vedere questi corridoi e stanze tutte decorate con disegni e colori vivaci hanno fatto sentire bene noi adulti; immagino i bimbi che comunque ricoverati, riescono a sentirsi a casa loro. Credo sia fondamentale. Quando siamo entrati erano tutti timorosi e timidi, ma poi, quando hanno visto i peluche che avevamo portato loro in regalo, erano felicissimi. Così abbiamo cercato di metterli a loro agio, iniziando a parlare e facendogli scegliere un peluche. Tante le tenere testimonianze tra sorrisi e gratitudine, e abbiamo fatto fatica a nascondere emozione e occhi lucidi”.

Dello stesso avviso anche Niccolò Palazzi: “Vedere il sorriso sulle facce di quei bambini solo perché siamo passati a trovarli, portandogli un peluche ci ha riempito veramente il cuore di gioia. Tantissimo. Ci ha fatto capire quanto la salute sia la cosa sempre più importante nella vita, spero vivamente che rifaremo questa iniziativa”.

“Esperienza toccante e sorprendente allo stesso tempo – commenta Andrea Gardini, giocatore di prima squadra e istruttore MBL -. Il sorriso e l’allegria dei piccoli ricoverati, quando hanno ricevuto i nostri peluche, mi rimarrà per sempre impressa nella mente. La serenità con cui affrontano i loro problemi è un grande esempio per tutti. E’ un’emozione che racconterò ai miei piccoli atleti che alleno ogni giorno, perché capiscano quanto sono fortunati a poter fare quello che più gli piace. L’ambiente che ho trovato in ospedale è bellissimo. Sono molto fiero di poter praticare uno sport sano in una società cosi attenta alla realtà che la circonda, e che ci ha permesso di poter dare un piccolo contributo a chi è meno fortunato. Lo sport vero è anche questo”.

“Per me è stata un’es­perienza particolare – confessa Matilde Ferrara, mamma e collaboratrice PVL -. Faccio l’infermiera e in passato per diversi anni ho lavor­ato proprio in pedia­tria; conosco la sof­ferenza dei bambini malati e lo stato d’­animo dei genitori che si alternano nell­’assistenza durante il periodo della degenza. Quando si è ricoverati il tempo non passa mai e qualsiasi cosa succede al di fuori della routine giorna­liera viene vissuta come straordinaria. Emozionante l’ospitalità che ci hanno riservato i piccoli ricoverati e le loro mamme, per non parlare del per­sonale. Voglio ringraziare tantissimo la lavande­ria Vanoni per aver lavato e sanificato tutti i peluche grat­uitamente, il personale medico e infermieristico e, infine, Riccardo Cappello del Ponte del Sorr­iso, per averci guida­ti nella nostra prima esperienza di Teddy Bear Toss. Credo che ognuno di noi oggi è uscito più ricco da quel repa­rto”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127