EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 28 Settembre 2018

Nella seconda prova casalinga, i Mastini Varese ancora vincenti nel derby contro Como

Tra due giorni di nuovo campionato nella sfida contro Alleghe: l'incontro in provincia di Belluno rievocherà ricordi dell'hockey degli Anni 90

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nel turno infrasettimanale i Mastini danno continuità al cammino iniziato qualche giorno fa con la vittoria sul Valdifiemme, riconfermandosi ieri sera nel derby contro i cugini di Como, prima della trasferta di Alleghe (BL) di sabato prossimo.

La partita, davanti ad una buona presenza di pubblico, è stata piacevole. Nonostante un tiro di F. Ambrosoli ben respinto da Menguzzato con il Varese in penalty killing, l’inizio è di marca giallonera. Al 4’46” un’azione di Pirro costringe Tesini alla parata, ma il disco sfugge e il tocco ravvicinato di Teruggia è vincente. Varese sfiora almeno in tre occasioni il raddoppio il quale arriva però al 15’36” in inferiorità numerica con un assolo di Salvatore Sorrenti.

Il secondo periodo si caratterizza per un Como più volitivo, anche per merito dei gialloneri che in più occasioni gli offrono la possibilità di giocare in superiorità numerica e in una di queste occasioni, al minuto 26 i lariani accorciano: dalla blu gran tiro di Salomon che trova una deviazione di R. Ambrosoli che nel traffico supera un immobile Menguzzato, il quale nulla poteva fare se non guardare il puck alle sue spalle. I biancoblu provano sull’inerzia dell’entusiasmo a pareggiare, ma il loro ex goalie si fa trovare pronto. Allo stesso modo Tesini nega la rete a Perna con un grande intervento, ma nulla può su un tracciante di Franchini che al 36’18” lo batte a mezza altezza dopo una caparbia azione arrivata su passaggio di un indiavolato Privitera.

A inizio terzo drittel un’altra penalità fischiata ai danni dei Mastini mette il Como nelle condizioni di portare due minuti di attacchi alla gabbia giallonera, ma questi appaiono sterili. Al 47’37” Dominic Perna chiude in rete un’azione da manuale dei gialloneri: Barban imposta dal terzo di difesa, cede a M. Mazzacane il quale si invola sulla sinistra e assiste con precisione chirurgica l’accorrente Perna che con un delicato tocco supera Tesini. Con le squadre in 4 contro 4 arriva la rete di Luciani prima della quinta rete dei Mastini di M. Mazzacane. A pochi secondi dal termine il gol “con giallo” del Como ha portato a tre le marcature lariane, con il classico “gol non gol”. Poco conta ai fini del risultato. Alla fine vince Varese.

La terza giornata incompe: i Mastini avranno un solo giorno per riposare prima di Alleghe, per una sfida che richiama il grande fascino dell’hockey Anni 90. Una partita importante che pone davanti due squadre che hanno cambiato molto rispetto alla stagione passata. Appuntamento alle ore 19.30 e diretta su Radio Village Network.

Mastini Varese – HC Como 5-3 (2:0 – 1:1 – 2:2) – 4’46” (MV) Teruggia (Pirro, Grisi), 15’36” (MV) Sorrenti SH, 26’45” (C) R. Ambrosoli (Salomon) PP1, 36’18” (MV) Franchini (Privitera, Andreoni), 47’37” (MV) Perna (M. Mazzacane, Barban), 50’43” (C) Luciani (Formentini, Codebò), 53’50” (MV) M. Mazzacane (Perna, Vanetti), 59’39” (C) Luciani SH

Mastini Varese: 33 Menguzzato (29 Bertin), 8 Cesarini, 14 Barban, 22 E. Mazzacane, 25 Cortenova, 26 Grisi, 34 F. Borghi, 37 Belloni, 4 Perna, 12 Franchini, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 19 Teruggia, 21 M. Mazzacane, 27 Sorrenti, 71 Pirro, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 91 Raimondi, 97 Odoni. Coach: John Cacciatore

HC Como: 40 Tesini (36 D’Agate), 3 Codebò, 7 Valli, 8 D. Fusini, 9 Bertin, 42 Gariner, 23 Ricca, 59 Salomon, 10 J. Fusini, 12 Luciani, 13 Formentini, 14 F. Ambrosoli, 15 R. Ambrosoli, 16 Alario, 23 Ricca, 24 Meneghini, 74 Tilaro, 77 Pirelli. Coach: Petro Malkov

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127