Luino | 1 Luglio 2018

Luino, “Datti una mossa, salva una vita”: inaugurato il defibrillatore in memoria di Giuseppe Serra

Durante l'evento voluto dal comune, in collaborazione con AREU, CRI Luino, SOS Tre Valli e Padana Emergenza, posizionata attrezzatura in viale Dante, vicino l'AVAV

Luino,
Tempo medio di lettura: 3 minuti

Il pomeriggio di caldo e sole di ieri ha contributo al grande successo dell’evento “Datti una mossa, salva una vita”, voluto fortemente dal comune di Luino, AREU, Croce Rossa di Luino, SOS Cunardo e Padana Emergenza. Numerosi gli amministratori politici e sanitari, i volontari e i cittadini che hanno partecipato alla manifestazione, nata per formare la popolazione all’uso dei defibrillatori.

La giornata, però, è stata anche occasione per inaugurare una nuova attrezzatura, posizionata nei pressi dell’AVAV Luino, intitolata in nome di Giuseppe Serra, compianto marito di Giovanna Ballinari che, insieme a Laura Frulli, sta seguendo il progetto del comune “Io vivo a Luino”.

Le postazioni (in viale Dante per la Croce Rossa di Luino, in Piazza Libertà per la Padana Emergenza e al Parco Ferrini per la SOS Tre Valli, ndr) sono state utili per mostrare a tutti gli interessati le manovre salvavita.

“L’iniziativa, promossa da Areu e dal comune con il supporto competente ed indispensabile delle tre associazioni locali di soccorso – racconta il presidente della CRI Luino, Pierfrancesco Buchi -, è un segno di grande attenzione alle tematiche della prevenzione e della salute su cui da anni Croce Rossa Luino fa opera di sensibilizzazione. Siamo stati ascoltati ed ora si lavora in squadra, pur ognuno con la propria identità ed il proprio vissuto sociale. Il progetto per una Città cardio-protetta e più in generale un territorio ed una Comunità maggiormente formata all’uso dei defibrillatori e attenta alla promozione delle pratiche salvavita sono obiettivi non più irraggiungibili”.

“‘Datti una scossa, salva una vita’ è una manifestazione che fa parte di un percorso iniziato un anno fa con il progetto ‘Io vivo a Luino’ – commenta il vicesindaco Alessandro Casali -. Un’occasione importante per far partecipe la collettività di un tema così attuale e delicato. Come ben ha detto il dottor Garzena in questi giorni, Luino si conferma città generosa, sempre pronta a rispondere attivamente ad ogni necessità. Non conosco personalmente tutti i volontari che si sono impegnati in queste attività ma li ringrazio stringendo loro metaforicamente la mano ad uno ad uno. Un ringraziamento va ai consiglieri Laura Frulli e a Giovanna Ballinari e ancora al dottor Garzena per questa corsa di solidarietà da parte della città”.

“Luino è sempre stata all’avanguardia – afferma il dottor Garzena -: già in passato partì un primo grande progetto regionale. La nuova frontiera ora è quello che stiamo facendo. Un grande merito va agli amministratori e a tutti coloro che stanno operando per questo progetto, alle associazioni, alla Croce Rossa Italiana, Comitato di Luino, alla SOS Tre Valli e alla Padana Emergenza. Grazie per questo progetto ‘Io vivo a Luino’ a Laura Frulli e a Giovanna Ballinari”.

“Ringrazio AREU, il dottor Garzena e Regione Lombardia per il sostegno – spiega il dottor Lucas Gutierrez – direttore sociosanitario di ATS Insubria -. Porto i saluti del Dottor Luigi Cajazzo e del Presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia Emanuele Monti che ci tengono a precisare la loro vicinanza al territorio del luinese”.

“Il comune può soltanto farsi carico di sostenere queste iniziative che vengono sviluppate poi da coloro che operano nel settore – commenta il consigliere Laura Frulli -. Il luinese ha ancora risposto con entusiasmo e nei prossimi tempi verranno installati altri defibrillatori. A settembre conferiremo i brevetti a rappresentanze delle forze dell’ordine e agli istituti scolastici. Nel 2019, con la regia del dottor Guido Garzena e il supporto di Croce Rossa Italiana, Comitato di Luino, SOS Tre Valli e Padana Emergenza, proporremo un maxi evento con gli istituti scolastici. Un ‘grazie’ a tutti coloro che hanno contribuito a donare DEA (tra cui Crespi Sport ). Ringrazio anche l’assessore Pier Marcello Castelli e i consiglieri Simona Ronchi e Giovanni Petrotta che sono intervenuti per l’installazione di questo defibrillatore in memoria di Giuseppe Serra”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127