Rancio Valcuvia | 16 maggio 2018

Rifiuti abbandonati, tra Rancio e Brinzio anche tre sacchi con pannolini sporchi

A documentare l'ennesimo episodio di inciviltà con delle immagini che di dubbi ne lasciano ben pochi, Ermanno Masseroni e il gruppo "Strade pulite"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Cambia lo sfondo ma a non cambiare, purtroppo, è il degrado che la maleducazione e la mancanza di rispetto lasciano dietro di sé. Siamo nuovamente nel bosco e precisamente nel territorio a cavallo tra i comuni di Rancio Valcuvia e Brinzio: qui, ancora una volta, a manifestarsi l’inciviltà di chi, con sprezzo dell’ambiente e degli altri, ha nuovamente scaricato tra le piante ogni genere di rifiuti.

A documentarlo alcune immagini di Ermanno Masseroni che di dubbi ne lasciano ben pochi, che fa parte del virtuoso gruppo di Strade Pulite. Una realtà che, nata da semplici cittadini, ha scelto di non fermarsi alla semplice indignazione, facendo seguire a quest’ultima la scelta del fare in prima persona. Cartacce, bottiglie di plastica  e vetro, lattine ma anche una padella, cerchi di pneumatici, una stampante e persino tre sacchetti pieni di pannolini sporchi. Questo quello che i volontari armati di guanti, sacchetti e pettorina hanno rinvenuto tra la vegetazione.

I rifiuti raccolti, visibili nelle fotografie che i volontari hanno scattato al termine dell’opera di pulizia, mostrano quanta cecità esista ancora di fronte a tematiche di vitale importanza, come quella ambientale. Una cecità che, però, questo virtuoso gruppo sceglie di non accettare passivamente e, accanto alle costanti opere di pulizia, di indicare la via per una sempre maggiore sensibilizzazione della cittadinanza dell’Alto Varesotto.

Tra queste ultime la campagna  #NOIRACCOGLIAMO, un’autentica sfida contro l’inciviltà, da contrastare attivandosi concretamente in difesa dell’ambiente.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127