Milano | 31 Gennaio 2018

Allerta meteo: rischio neve a partire da mezzanotte sul territorio prealpino

La quota neve generalmente non andrà oltre i 700-900 metri. Ad annunciarlo la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia

La Forcora ancora senza sci e snowboard, mancano neve ed autorizzazione dal ministero
Tempo medio di lettura: 1 minuto

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso una comunicazione di ordinaria criticità (codice giallo) per rischio neve dalla mezzanotte del primo febbraio e fino alle 14 del 2 febbraio, sulle zone omogenee NV-01 (Valchiavenna), NV-02 (Media-Bassa Valtellina), NV-03 (Alta Valtellina), NV-04 (Prealpi Varesine), NV-05 (Prealpi comasche-lecchesi), NV-06 (Prealpi bergamasche), NV-07 (Valcamonica) e NV-08 (Prealpi bresciane).

Il meteo. Una vasta depressione colma di aria fredda di origine artica si porterà a ridosso dell’arco alpino richiamando inizialmente correnti umide da sud con conseguente peggioramento del tempo. Per la giornata di domani, giovedì 1 febbraio, sono previste deboli nevicate diffuse su tutti i nostri settori alpini, maggiormente insistenti e temporaneamente moderate su Alta Valtellina, Adamello, Valcamonica e Alto Garda. Quota neve generalmente oltre i 700-900 m, con locali sconfinamenti al di sotto nelle zone appena indicate nel corso della serata. Accumuli prossimi ai 20 cm oltre i 1.000 metri su Alta Valtellina, Valcamonica e Prealpi bresciane, mentre oltre tale quota, altrove, sono attesi 5-15 cm. Sotto i 1.000 m accumuli mediamente inferiori ai 10 cm. Per la giornata di venerdì 2 febbraio sono attese nuove precipitazioni nevose nella prima parte della giornata su Alpi e Prealpi centro-orientali oltre i 600-800 metri. Esaurimenti dei fenomeni già dal primo pomeriggio.

Per consultare il bollettino integralmente, cliccare qui.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127