Milano | 12 settembre 2017

Giona, da Regione Lombardia 950mila euro. Beccalossi: “Fondi già stanziati, interventi nel 2018”

L'assessore Viviana Beccalossi: "Più delle polemiche mi preme la sicurezza dei cittadini, già domani i nostri tecnici incontreranno il sindaco Fabio Passera"

Dopo il duro attacco di domenica sera su Facebook, lanciato dal sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, a Regione Lombardia e al presidente Roberto Maroni, in relazione alla situazione in cui versa il fiume Giona, oggi ad intervenire è l’assessore regionale Viviana Beccalossi.

“Regione Lombardia ha finanziato nel marzo scorso con 800.000 euro i lavori per la sistemazione idrogeologica del torrente Giona. Un intervento che potrebbe partire già a inizio 2018 a cura del comune di Maccagno con Pino e Veddasca che, a quanto mi risulta, sta ancora provvedendo alla necessaria progettazione. Ma, visto che più delle polemiche mi preme la sicurezza dei cittadini, già domani i nostri tecnici incontreranno il sindaco Fabio Passera per chiarire tutti gli aspetti relativi agli interventi per la messa in sicurezza del corso d’acqua”.  Lo dichiara l’assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana Viviana Beccalossi, in merito alla segnalazione del sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca sulla sicurezza del torrente, la cui foce attraversa il centro abitato ed è stato oggetto, anche solo negli scorsi anni, di importanti alluvioni che hanno rischiato di tracimare e di invadere il centro abitato.

Stanziati ulteriori 150mila euro. “Da amministratore – prosegue Viviana Beccalossi – comprendo bene le preoccupazioni del sindaco Passera, ed ho ben presente i danni che le esondazioni possono causare. Voglio rassicurare i cittadini che oltre ai fondi già citati, abbiamo stanziato ulteriori 150.000 euro per provvedere con un intervento d’urgenza alla rimozione del materiale alluvionale presente nel letto del torrente”.

Obiettivo: approvazione a breve dei due progetti. L’assessore ha ricordato, inoltre, che gli interventi devono inevitabilmente fare i conti con le difficoltà legate alle caratteristiche chimiche naturali delle rocce che limitano la movimentazione dei sedimenti e con la presenza di una sede museale all’interno dell’alveo del torrente che di fatto favorisce il deposito di materiale prima della foce.

“L’obiettivo – conclude Viviana Beccalossi – è arrivare il prima possibile all’approvazione di entrambi i progetti, quello comunale e quello regionale e risolvere, lavorando insieme, le criticità”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"