Luino | 30 Luglio 2017

Pellicini: “Pronti per recuperare il Lido di Luino. In progetto bar, ristorante e piscine”

Il sindaco Andrea Pellicini: "L'obiettivo è quello di inserire l'intervento nel Piano delle Opere Pubbliche 2018 per poter finire i lavori nel 2019"

Pellicini:
Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’attività delle piscine, le serate e le iniziative della discoteca del Lido di Luino sono, ormai, per tutti, un lontano ricordo. Abbiamo affrontato questo tema, dal 2015, diverse volte, prima chiedendoci che fine avrebbe fatto la struttura ed in seguito annunciando i bandi pubblicati dal comune per la gestione e i lavori di riqualificazione, necessari per il nuovo utilizzo. Per decenni il Lido di Luino è stato un punto di riferimento per famiglie e bambini nelle calde giornate estive e per i ragazzi e i meno giovani durante le ore serali e notturne.

Oggi è il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, ad esporsi e annunciare pubblicamente un nuovo capitolo, più che positivo, della storia di una delle strutture più “amate” dalla popolazione. “Nel consiglio comunale di lunedì 31 luglio – dichiara il primo cittadino luinese -, voteremo una variazione di bilancio per finanziare lo studio di fattibilità della riqualificazione del Lido di Luino. L’obiettivo è quello di inserire l’intervento nel Piano delle Opere Pubbliche 2018 per poter finire i lavori nel 2019″.

Dopo le interruzioni delle attività, nel 2012, il Comune ha cercato, attraverso appositi bandi, di trovare degli investitori privati in cambio di un lungo contratto di locazione. Sono state effettuate ben tre gare pubbliche ma, nonostante fossero stati presentati progetti di grande valore, è mancato il coraggio decisivo da parte degli investitori. Il periodo di stagnazione degli scorsi anni ha giocato certamente la sua parte.

“Dopo la pregevole riqualificazione della Canottieri Luino – continua Andrea Pellicini -, riteniamo doveroso intervenire direttamente sulla struttura limitrofa del Lido, recuperando le piscine e il grande locale destinato a ristorante e bar. In questi anni, infatti, siamo riusciti nell’impresa, visto lo stato della finanza locale, di riportare all’antico splendore tutti gli immobili pubblici del lungolago, dal Palazzo Comunale all’Imbarcadero, da Palazzo Verbania alla Canottieri. In questo percorso virtuoso non possiamo dimenticarci del Lido di Luino, da sempre in grado di richiamare tantissimi utenti di tutte le età”.

“Il Lido di Luino, negli ultimi anni, aveva lavorato molto bene come discoteca, ma aveva trascurato le piscine – conclude Pellicini -. Il nostro approccio sarà esattamente il contrario: vogliamo privilegiare il servizio pubblico. Con gli introiti derivanti dalla locazione del ristorante-bar finanzieremo gran parte del progetto. Vogliamo infine studiare il completamento dell’area per realizzare anche in questa zona la nuova sede dell’A.V.A.V., al fine di costruire un grande polo della vela e del canottaggio. Il recupero delle piscine è anche finalizzato a questo ambizioso progetto sportivo”.

Per approfondire: 

– “Lido” di Luino: ecco il bando di gara pubblicato dal Comune, canone annuo fissato a 27.500 €
– Luino, la posizione dell’assessore al Territorio Miglio su PGT e Concorso di Idee
– “La risposta del fallimento della discoteca ‘Lido’ di Luino è scritta nella recente storia dell’intera area Ratti”
– Luino: dopo le prime tre gare d’appalto andate negativamente, chi investirà sulla discoteca “Lido”?
– Luino (VA): a chi verranno assegnati la discoteca “Lido” ed il “Parco a Lago”?
– Che fine farà la discoteca “Lido” di Luino?

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127