11 Maggio 2017

Furti alle Elementari di Luino, Agostinelli: “Cosa sta facendo l’amministrazione? Castelli dove sei?”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il furto di cinque computer, avvenuto la notte tra il 9 e il 10 maggio, alle Scuole Elementari di Luino, ha scatenato polemiche non solo sui social network, con numerosi genitori sul piede di guerra, ma anche nel mondo politico cittadino. Ad attaccare duramente l’amministrazione, oggi, è il capogruppo del Movimento Italia Nazione, Pietro Agostinelli, che denuncia la scarsa tutela dei ragazzi per quanto concerne il tema sicurezza. Ecco il comunicato inviato dal consigliere di minoranza.

Luino, un consiglio nel segno di Agostinelli. Nelle cinque interrogazioni anche il tema sugli atti non consegnati dagli uffici

Furti alle Elementari di Luino, Agostinelli: “Cosa sta facendo l’amministrazione? Castelli dove sei?”“Quanto avvenuto per l’ennesima volta a Luino non fa che confermare quello che vado dicendo da anni: bisogna investire e bene in sicurezza – spiega il consigliere di minoranza e capogruppo MIN, Pietro Agostinelli -. Leggo sui giornali e sui social network che qualcuno chiede le telecamere a scuola, ma se nemmeno funzionano quelle per strada come si possono chiedere telecamere a scuola? Assessore Pier Marcello Castelli dove sei? Batti un colpo se ci sei perché qui il nodo è politico e non mi si venga a dire che non ci sono soldi, perché se l’Amministrazione trova soldi per far venire un cantante famoso sul lungolago credo che possa e debba impegnare soldi soprattutto per le proprie scuole”.

“Io questa mattina – continua Agostinelli – sono andato ad informarmi nella mia veste di consigliere presso i vari istituti. Sindaco Pellicini, mi rivolgo a lei che parla sempre della sicurezza ricordandoci quanti uomini delle forze dell’ordine ci sono a Luino: io capisco non attivarsi al primo furto, ma al secondo due domande me le sarei poste. Il quarto o il quinto non sarebbero dovuti mai capitare. Per evitare questi furti non basterebbero 10 mila uomini perché non si può chiedere a costoro di fare passi che dovrebbe fare il Comune. Lei sa, per esempio, che da molto tempo non è più attivo l’allarme nell’edificio scolastico, che fra l’altro esiste solo in un piano? A chi sta in capo la responsabilità di rimetterlo in funzione visto che l’edificio è comunale? Lo sa che di questi temi io ho scritto da tempo all’Amministrazione senza mai avere risposte o ricevendo solo parziali riscontri?”.

“Io vado avanti, mi rivolgerò alle autorità superiori se necessario per informarle di quanto non va all’interno di questi edifici che ancora aspettano il cambio interno delle porte a tutela e sicurezza dei ragazzi. Non sono più disposto a comunicazioni con sopra scritto ‘grazie, stiamo provvedendo’ per poi scoprire che poco o nulla è stato fatto. All’assessore Pier Marcello Castelli chiedo di farsi da parte con la sua delega all’istruzione – conclude Agostinelli -. Ho grande rispetto per la persona ma politicamente questi fatti hanno un peso. Credo sia il pensiero anche dei tanti genitori e di insegnanti che hanno fatto sacrifici lavorando duramente per racimolare qualche fondo e acquistare materiale scolastico”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127