EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
7 Maggio 2017

Il Toro sfiora l’impresa nel derby contro la Juve, Higuain sigla l’1-1 nel recupero

Tempo medio di lettura: 2 minuti

I Granata sfiorano l’impresa allo Stadium con una prestazione di cuore e forza. In vantaggio con una punizione-capolavoro di Ljajic, gli uomini di Mihajlovic (espulso per proteste) tengono alla grande le folate dei padroni di casa. Ma tra i bianconeri c’è El Pipita Higuain che nei minuti di recupero, con una ennesima perla delle sue dal limite, regala il pari, e probabilmente, il sesto storico scudetto consecutivo alla Vecchia Signora.

(Foto © Facebook Juventus)

Il Toro sfiora l’impresa nel derby contro la Juve, Higuain sigla l’1-1 nel recupero. Il Torino interrompe la striscia di positiva della Juventus, che allo Stadium vinceva da 33 partite consecutive. Il pari, con le reti di Ljajic da una parte e di Higuain nel recupero dall’altra, rimanda anche l’eventuale festa scudetto dei bianconeri: in caso di pareggio o sconfitta della Roma contro il Milan, domani sera, la squadra di Allegri avrebbe infatti potuto conquistare matematicamente lo scudetto, il sesto consecutivo, con tre turni di anticipo alla fine del campionato

Ljajic: “Pareggiare un derby così fa troppo male”. “Pareggiare un derby così fa troppo male, non meritavamo di prendere un gol così”. A Premium Sport, il centrocampista del Torino Adem Ljajic non nasconde l’amareza per il derby pareggiato nei minuti di recupero. “Abbiamo difeso bene e il rosso (ad Acquah, ndr) – sottolinea l’ex romanista – non c’era perché si è visto che il nostro compagno aveva preso la palla. È un peccato: abbiamo dato tutto, come se fosse l’ultima partita della carriera. Abbiamo creato contro una grande squadra e meritavamo di vincere. La prestazione della squadra mi rende felice e anche il mio gol, ma pensavamo di vincere”.

Allegri: “Punto importante che ci avvicina a traguardo”. “C’è da fare i complimenti a tutte e due le squadre e in particolare alla Juventus, per la quantità di partite giocate in questo periodo. Abbiamo creato tanto, ma siamo stati un po’ frenetici: sono comunque contento perché è un punto importante che ci avvicina al traguardo”. Massimiliano Allegri saluta con soddisfazione il pari raggiunto in extremis dalla sua Juve nel derby con il Torino. “Per la matematica ne mancavano 4 e ora ne mancano 3. Higuain è in buon momento e siamo contenti che giochi nella Juventus. Ma tutti hanno fatto più o meno una buona partita, solo c’è stata un po’ troppa frenesia: dobbiamo rimanere sereni, non bisogna avere fretta. La fretta – aggiunge il tecnico della Juve a Mediaset Premium – ti porta a sbagliare e a sprecare più energie, invece siamo in un momento importante in cui non bisogna lasciare niente per strada. Può darsi che la frenesia sia dipesa dall’ampio turnover: non era comunque una partita semplice, l’impatto fisico del Torino è stato imponente. Dovevamo solo palleggiare un po’ meglio e avere un po’ più di pazienza”. Se penso al ritorno col Monaco o alla sfida con la Roma? “Per prima cosa pensiamo a recuperare energie, poi – conclude Allegri – ci concentreremo sul Monaco: il passaggio del turno non è scontato. La Roma arriva dopo. Rimpianto Morata? Nei due anni qui è cresciuto tanto, ha davanti una carriera importante”. (ANSA)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127