14 Dicembre 2016

Due forti boati nell’Alto Varesotto, allarme tra i cittadini. Ecco da cosa sono stati causati

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Due forti boati sono stati sentiti oggi pomeriggio tra le 14.30 e le 15, come ci è stato segnalato da tanti lettori dell’Alto Varesotto. Ovunque, specialmente sui social network, è diventato ben presto oggetto di dibattito per capire esattamente di cosa si tratta.

caccia

Due forti boati nell’Alto Varesotto, allarme tra i cittadini. Così, dal nulla, due forti boati hanno scosso tutto l’Alto Varesotto e il Canton Ticino, oggi, intorno alle 14.45, quando non solo sono arrivate le prime segnalazioni ai Vigili del Fuoco e alle forze dell’ordine, ma quando sono stati pubblicati anche diversi posti su Facebook. A causarli sono stati due F/A-18, come confermato dalle Forze aeree svizzere. I due caccia dell’esercito stavano svolgendo un’operazione di polizia aerea – come si legge sul sito “ticinonews.ch” -, che ha previsto l’intercettazione e l’accompagnamento di un aereo di linea. Le Forze aeree non hanno divulgato altri dettagli sulla missione.

Un evento raro, ma non unico in terra elvetica. In Svizzera le operazioni di polizia aerea sono circa 300 all’anno e può capitare che, per raggiungere i velivoli prima che lascino i cieli svizzeri, i caccia debbano infrangere il muro del suono, creando così i boati sentiti oggi. All’inizio di giugno, infatti, ci sono stati altri due casi simili avvenuti nei cieli sopra la Valle Verzasca e Valle Maggia, mentre a inizio settembre, sempre sul Sopraceneri,

Tante le segnalazioni che sono arrivate in redazione, tra finestre e vetri tremanti, cani che abbaiavano, balconi che hanno iniziato a barcollare. Ed è subito scoppiato l’allarme. Tra gli utenti del popolare social network, Facebook, diversi i commenti che già facevano riferimento a boati di questo tipo, avvenuti tempo fa, quando aerei svizzeri avevano creato un simile scalpore tra i cittadini della zona.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127