11 Giugno 2016

Luino: dopo l’Ospedale, anche altre questioni sollevate in consiglio comunale

Tempo medio di lettura: 5 minuti

Oltre l’acceso dibattito sull’Ospedale, che ha portato all’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri Agostinelli e Compagnoni, e alla questione dei frontalieri, sollevata da Taldone, durante il consiglio comunale di giovedì sera sono state sollevate altre questioni. Una maggiore vigilanza alla sicurezza di via Creva, dopo lo smottamento dei giorni scorsi (Compagnoni), la richiesta di intervento per manutenzione e pulizia nelle frazioni (Nogara), la sostituzione del poster “Salviamo i nostri Marò”, presente in comune, con quello “Verità per Giulio Regeni”, una richiesta di chiarimenti sul rapporto culturale tra l’amministrazione luinese e quella padovana e la situazione sicurezza sull’Alptransit (Petrotta). Ecco anche gli ordini del giorno messi in discussione ed approvati.

Il Comune di Luino (© settemuse.it)

Il Comune di Luino (© settemuse.it)

Luino: dopo l’Ospedale, anche altre questioni sollevate in consiglio comunale. Dopo il dibattito sull’Ospedale di Luino, del quale abbiamo già parlato in modo approfondito ieri, durante la seduta del consiglio comunale di giovedì sera sono state affrontate altre tematiche. Prima di abbandonare l’aula, insieme al consigliere Agostinelli, a causa dell’impossibilità di votare la mozione sul nosocomio luinese, è Compagnoni a lanciare l’allarme sulla situazione di Creva, richiedendo all’amministrazione di vigilare attentamente ed analizzare quanto accaduto negli scorsi giorni, dove si è verificato uno smottamento che ha interessato un edificio residenziale, fortunatamente senza coinvolgere persone e senza causare danni materiali.

Le interrogazioni della minoranza: Giulio Regeni e rapporto culturale con Padova. Prima di affrontare i punti all’ordine del giorno a prendere la parola è Giovanni Petrotta, consigliere de “L’altra Luino”, che affronta tre tematiche meno spinose rispetto all’Ospedale. La prima riguardante la richiesta di sostituire nell’atrio del palazzo comunale il manifesto “Salviamo i nostri Marò” con “Verità per Giulio Regeni”, dopo il rientro in patria di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Già in uno scorso consiglio comunale era stata Enrica Nogara a richiedere un piccolo segno anche da parte di Luino, come già fatto da altri comuni o enti italiani, che hanno sostenuto l’iniziativa di Amnesty International. A ribadire lo stupore per non aver ricevuto risposte da parte della maggioranza è stata proprio la Nogara, alla quale risponde il sindaco che si dice pronto ad affrontare la questioni con i dipendenti e la sua giunta. Un’altra interrogazione, presentata da Petrotta, riguarda il tema culturale: il professore luinese richiede di ricevere avvisi dalla maggioranza che coinvolgano le minoranza e i cittadini per partecipare ad incontri con altre città, come la visita di una delegazione luinese a Padova, oppure l’incontro-processo semiserio sul monumento di Garibaldi sul lago d’Iseo. Inoltre, Petrotta richiede quali legami vi siano con il professor Mengaldo, presidente dell’archivio Sereni e che vive a Padova, e per quale ragione non vi è stato un incontro con il Dipartimento dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università di Padova “Guido Petter”, suo fondatore, partigiano e professore nato a Colmegna. A rispondere a Petrotta è l’assessore Castelli: “Lo scorso giugno l’associazione ‘Vecia Padova’ ha organizzato una visita a Luino per visitare i nostri luoghi e qui avevo raccontato la storia del nostro paese. Un appuntamento al quale non mi sottraggo mai, anche quando avviene con le scolaresche italiane ed internazionali. Proprio per questa ragione siamo stati invitati come amministrazione e cittadini lo scorso 28 maggio. Non siamo riusciti a trovare un pullman disponibile per la concomitanza con la finale di Champions League e abbiamo dovuto desistere nell’organizzare questa trasferta, recandoci a Padova solo noi. Lo scopo era consolidare i rapporti, anche culturali, con l’associazione. All’amministrazione non è costato nulla, tutto a carico di noi partecipanti. Su Guido Petter, invece, abbiamo deciso di costituire in biblioteca una sezione con tutti i suoi scritti e libri e ci siamo messi in contatto con un suo alunno, il professor Vio, per attivare alcune conferenze l’anno prossimo. Con il professore Mengaldo, invece, abbiamo già attivato riunioni sull’aggiornamento dell’archivio Sereni”.

Petrotta e l’interrogazione su Alptransit e sicurezza. La scorsa settimana, alla presenza di numerosi capi di governo europei, è stato inaugurato il primo tratto di Alptransit e, proprio per questo motivo, il consigliere Petrotta, “L’altra Luino”, ha presentato un’interrogazione in merito. Saranno diversi gli interventi previsti sul territorio con lavori sui passaggi a livelli e barriere anti-rumore. Petrotta fa riferimento anche al comunicato stampa inviato da Massimo Isgrò che denunciava la situazione critica qualora in futuro si dovessero verificare emergenze a causa di incidenti, richiedendo in che modo le autorità sovracomunali si stanno muovendo in merito. A rispondere è l’assessore ai Trasporti Alessandra Miglio, spiegando tutte le misure che il comune di Luino, insieme agli organi competenti, sta prendendo per limitare le possibili problematiche.

L’interrogazione della consigliera Nogara: manutenzione e pulizia delle strade nelle frazioni del territorio luinese. Nogara presenta le segnalazioni giuntele da parte di diversi residenti nelle frazioni di Creva, Voldomino, Colmegna, Motte e Biviglione, per la scarsa pulizia e manutenzione delle strade, dei marciapiedi e delle piste ciclabili. La consigliera de “L’altra Luino” aggiunge anche la questione legata alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei fossi e dei tombini, lo spazzamento e pulizia delle strade, problematiche legata alla mancanza di taglio rami e siepi sporgenti su strade comunali e dissesto di alcune strade da riasfaltare, come la situazione vicino alla piattaforma ecologica. Nogara chiede al sindaco come e quando si intende intervenire per la pulizia straordinaria delle frazioni, quale sia la programmazione ordinaria e quale intenzione si ha nei confronti dei cittadini che segnalano i disagi sul proprio territorio. “Lunedì è partito il piano asfalti del 2015 che l’anno scorso non siamo riusciti a completare a causa del bilancio da approvare – risponde il sindaco Pellicini -. Riguarda diverse frazioni, ad esempio Colmegna, e nei prossimi giorni risponderemo concretamente. A settembre, invece, verrà dato esecuzione al piano del 2016 con l’asfaltature di altre strade. Per la manutenzione e la pulizia, invece, abbiamo fatto dei sopralluoghi, e ho trovato il cimitero di Voldomino in condizioni quasi pessime. Per questa ragione abbiamo avuto delle riunioni, anche abbastanza accese, con le cooperative. Sono partiti i lavori nel cimitero di Luino capoluogo, ma è evidente che i cimiteri non possono essere tenuti come è stato fatto in quest’ultimo periodo. La responsabilità è mia e dei miei collaboratori, ma c’è un ordine perentorio che mira a migliorare la situazione. Le cooperative sociali fanno una gran fatica ad andare avanti e fa rabbia vedere certi risultati a Luino. Dopo questa interrogazione vigilerò ancora di più rispetto quanto fatto finora”.

I punti all’ordine del giorno. Infine, sono stati approvati i verbali delle sedute consiliari del 30 settembre 2015 e del 29 ottobre dello stesso anno, con le sole astensioni dei consiglieri Nogara e Petrotta. Approvato anche il rendiconto di gestione del 2015, ma Nogara fa riferimenti al rapporto economico con le entrate e le difficoltà dell’ente a recuperare crediti derivanti da tasse, da sanzioni legate al codice della strada e altro. La consigliera de “L’altra Luino” denuncia anche la difficile situazione dei frontalieri e, soprattutto, dei lavoratori della IMF. Sul tema del bilancio interviene anche il capogruppo de “La Grande Luino”, Giuseppe Taldone, e l’assessore ai Servizi Sociali, Caterina Franzetti. Quest’ultima ha spiegato il quadro di spesa per il suo assessorato, mirato ad aiutare persone, giovani, famiglie ed anziani in difficoltà. La minoranza si divide sul voto: Nogara e Petrotta votano contro, mentre Taldone si astiene. E’ stato, poi, modificato il regolamento comunale per le modalità di rilascio della concessione di suolo pubblico, su richiesta dell’Ascom di Luino, per lo svolgimento di manifestazioni pubbliche, denominate mercatini artigianali a valenza turistica. In pratica è stato deciso che i mercatini vengano organizzati dall’assessorato di competenza, dalla Pro Loco e dall’associazione dei commercianti, per garantire una maggior adeguatezza dal punto di vista del decoro e di eventi coordinati, anche per diminuire i costi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127