EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
28 Maggio 2016

Elezioni a Brezzo di Bedero, Urbani: “Mi ricandido per continuare il lavoro degli anni scorsi”

Tempo medio di lettura: 5 minuti

Dopo qualche giorno dall’intervista al candidato sindaco Luca Minelli, che guida “Orizzonte Futuro per Brezzo di Bedero”, oggi è la volta del dottor Alfonso Urbani, già sindaco e nuovamente candidato con la lista “Brezzo di Bedero Viva”. Sono tre, però, in lizza: ai due uomini, infatti, si aggiunge Maria Grazia Campagnani con “Andiamo avanti”, appoggiata esternamente dall’ultimo primo cittadino prima del commissario prefettizio dell’anno scorso, Daniele Boldrini. Le elezioni amministrative si svolgeranno per tutti i comuni del territorio tra poco più di una settimana, il prossimo 5 giugno.

Alfonso Urbani

Per quale ragione ha deciso di ricandidarsi?

In primo luogo sono il sindaco uscente e penso si un dovere farlo per rispetto ai miei elettori. Principalmente però vorrei terminare ciò che penso di non aver completato nel mio precedente mandato. Ci sono aspetti di programma, che abbiamo ripreso nel programma attuale, che vorrei completare. Sento poi la necessità di dare ai cittadini una gamma di scelta elettorale più ampia. Se lo meritano.

E’ stato sindaco e per anni amministratore di Brezzo di Bedero. Quali sono le problematiche che riscontra ancora oggi maggiormente parlando con i cittadini?

A Brezzo di Bedero è molto sentito il tema della sicurezza. Le forze dell’ordine ci hanno spiegato che non ci sono stati più furti rispetto a quanto capita anche in altre zone, ma ripetuti furti hanno reso questo tema particolarmente caro alla cittadinanza. Nella mia scorsa amministrazione ci si era già mossi ed si era arrivati ad un passo dalla realizzazione di un sistema di infrastrutture di video-sorveglianza realizzato con i comuni limitrofi. Il progetto si è poi fermato perché uno di questi comuni si era ritirato. Vogliamo di sicuro riprendere e completare l’iter anche eventualmente in modo autonomo.

Quale rapporto ha con gli altri candidati?

Il paese è piccolo e ci si conosce un po’ tutti. Non nascondo che ho opinioni e una idea di amministrazione diversa da loro. Ma sto portando avanti una campagna elettorale basata sul massimo rispetto di tutte le parti in gioco, soprattutto le liste concorrenti. Voglio focalizzarmi a spiegare quello che siamo e cosa vogliamo fare noi.

Quali i punti di forza del paese?

Brezzo di Bedero è un paese bellissimo, una gemma sulla costa del lago, baciata dal sole e con scenari mozzafiato. E’ una località scelta da tempo da molti turisti e da molte persone residenti per la sua bellezza, il clima e la tranquillità che offre. Questa è la parte che vogliamo valorizzare e su cui costruire.

Quali sono le criticità che, invece, potrebbero essere sfruttate e migliorate?

Brezzo di Bedero ha una geografia complessa, estesa dalla montagna al lago e ha inoltre un tessuto urbano composto da una parte da case nuove, molte di villeggiatura, e quelle storiche della parte vecchia. Lago e centro storico sono elementi che devono essere sicuramente valorizzati meglio ed hanno straordinarie potenzialità inespresse. L’altra criticità riguarda la vita e gli aspetti sociali e culturali del paese. Troppo residenziale e poco “vivace”. Rendere Brezzo di Bedero più Viva è il nostro obiettivo primario nonché il nome della nostra lista.

In che modo?

Ad esempio con interventi sull’area a lago, investendo sull’arredo delle spiagge e nello sviluppo di boe per le imbarcazioni a servizi di residenti e turisti. Abbiamo in mente iniziative di valorizzazione del centro storico ma soprattutto teniamo allo sviluppo delle iniziative capaci di attrarre turisti e la persone del circondario. Su questo fronte supporteremo il più possibile gli eventi e manifestazioni, e cercheremo di rendere le numerose aree che il comune offre pronte ospitare tali eventi. Parlo ad esempio della piazza A. Moro e della struttura della Bocciofila.

Quale autocritica rispetto ai cinque anni in cui è stato sindaco?

Non sono riuscito a instaurare con i cittadini il rapporto di complicità e collaborazione che mi auguravo. Sento, e qualcuno me l’ha anche detto, che non sono riuscito a farmi voler bene. Questa è anche una delle ragioni per cui mi ricandido. Voglio impegnarmi per raggiungere soprattutto questo obiettivo.

L’anno scorso le elezioni amministrative non hanno raggiunto il 50%. Vista la presenza di un solo candidato, Daniele Boldrini, è stato nominato il commissario prefettizio. Come giudica l’anno appena trascorso?

Vi è stata la normale amministrazione, come è giusto che sia. Mi sembra sia però ora di riprendere un percorso di sviluppo del nostro Comune.

Si immaginava non venisse raggiunto il 50%? Come mai Boldrini era l’unico candidato?

Il timore c’era ma penso ci sia stato un errore di eccesso di confidenza. Non ci siamo impegnati a sufficienza nel comunicare ai cittadini. Boldrini era dato come candidato vincente e nessuno ha avuto lo spirito di aggregare una lista alternativa. Ho imparato molto da quell’esperienza e non rifarò mai più un errore simile. La lista Brezzo di Bedero VIVA nasce anche da questa lezione che ho appreso allora.

Crede che questo, con le tre liste in corsa per le elezioni, abbia appassionato attivamente i cittadini?

Spero di si. Ci sono tre liste e ognuna ha espresso il proprio programma e i propri candidati. Penso che i cittadini sapranno capire le differenze, i punti di forza e di debolezza delle liste. E sceglieranno. Mi sembra la più sana dimostrazione di democrazia. In questa campagna elettorale stiamo mettendo in campo tutte le nostre energie per essere vicini alle persone ed asportarle.

Ci può presentare la sua lista? Da chi è composta?

Alberto Vergari, ha esperienza finanziaria ed amministrativa maturata in Banca, mi aiuterà sui conti. Carlo Talamona, tanti anni di esperienza nel commercio ma soprattutto nel turismo e questo sarà il suo principale contributo. Pierluigi Carrubba, che ci supporterà sui temi di sicurezza grazie alla sua esperienza nelle forze dell’ordine. Denis Cucina aiuterà il gruppo per i temi di tecnologia e connettività, campo dove ha maturato molta esperienza. Piero Maganza seguirà le tematiche sportive e la gestione degli eventi. Lui ha otre 30 anni di esperienza ad alto livello in questo campo. Tiziano Pirola è una istituzione in paese ed è profondo conoscitore della zona e dei suoi problemi. Florinda Tonni e Angelo Grassi, hanno speso una vita nel settore sanitario, nell’assistenza lei e come dottore lui. La loro esperienza sarà preziosa per gli aspetti del sociale. Poi c’è in lista anche mia figlia Barbara. Non poteva mancare il punto di vista delle nuove generazioni e l’entusiasmo dei membri della mia lista mi hanno convinto ad inserirla. In fine Andrea Isabella, lavora da molti anni nella consulenza strategica ed organizzativa e ci aiuterà per i temi relativi agli accorti intercomunali più complessi.

Quali i primi obiettivi che proverete ad attuare una volta eletti?

La sicurezza è il più urgente e dovremmo finalizzare l’installazione delle telecamere. E’ inoltre nostra volontà quella di collaborare con le varie Associazioni presenti sul territorio, per istituire dei costi di formazione o informazione al cittadino, per primo soccorso, calamità naturali, prevenzione truffe, specialmente ai danni di anziani, prevenzione furti nelle abitazioni, reati informatici, antifurto stolking etc. Poi dovranno essere lanciate le attività più lunghe relative alle infrastrutture, ad esempio il rifacimento della piazza A. Moro e la ristrutturazione del cimitero. Infine voglio aprire da subito un canale di ascolto dei cittadini per dare priorità alle cose più sentite da loro.

Come vede Brezzo di Bedero tra 10 anni?

Ovviamente vedo una Brezzo di Bedero più VIVA.

Nei prossimi giorni e settimane, dopo aver intervistato i candidati sindaci di Cremenaga e di Lavena Ponte Tresa, conosceremo meglio anche quelli di Montegrino Valtravaglia e Brezzo di Bedero. 

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127