EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
18 Maggio 2016

Brezzo di Bedero, intervista al candidato Minelli: “Lavorare per dare maggiori servizi alla popolazione”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Anche oggi siamo andati ad intervistare un altro candidato sindaco del territorio, Luca Minelli, che guida “Orizzonte Futuro per Brezzo di Bedero”. In paese oltre a Minelli, ci sono altri due candidati: Alfonso Urbani per “Brezzo di Bedero Viva” e Maria Grazia Campagnani per “Andiamo avanti”, appoggiata esternamente dall’ultimo primo cittadino prima del commissario prefettizio dell’anno scorso, Daniele Boldrini. Le elezioni amministrative si svolgeranno per tutti i comuni del territorio tra qualche settimana, il prossimo 5 giugno.

"Orizzonte Futuro per Brezzo di Bedero", lista guidata dal candidato sindaco Luca Minelli

“Orizzonte Futuro per Brezzo di Bedero”, lista guidata dal candidato sindaco Luca Minelli

Per quale ragione ha deciso di candidarsi?

Non ho deciso io di candidarmi, anzi ho cercato di proporre qualcuno della lista che era ora di fare una nuova proposta, ma non ci sono riuscito. Ho ottenuto però il massimo della collaborazione e condivisione dei compiti e della scelta del programma elettorale.

Quali sono le problematiche che riscontra maggiormente parlando con i cittadini?

I cittadini lamentano una paese un po’ trasandato con poca cura, soprattutto per le piccole cose che potrebbero far risaltare ancora di più la bellezza di Brezzo di Bedero.

Quale rapporto ha con gli altri candidati?

Il rapporto con gli altri candidati è ottimo, anzi si è ribadito più volte fra di noi di evitare provocazioni eccessive che non portano a nulla e ottengono risultato opposto a quello desiderato.

Quali i punti di forza del paese?

La bellezza della natura e la posizione arroccata, con vista sul lago, sono fra i punti di forza più importanti di Brezzo di Bedero, meta di turismo e fonte di reddito per le numerose case in affitto, ad esempio nel villaggio tedesco ed il villaggio Olandese ma non solo. Inoltre la popolazione dal 2002 ad oggi si è incrementata circa del 30% in gran parte per le nuove abitazioni, sintomo questo che molti cittadini hanno scelto questo luogo incantevole per vivere con i propri cari.

Quali sono le criticità che, invece, potrebbero essere migliorate?

L’incremento della popolazione ha di conseguenza creato la necessità di maggiori servizi, fra questi vi è  la mancanza di un negozio di alimentari, soprattutto per coloro che sono impossibilitati a raggiungere autonomamente i supermercati nelle vicinanze. Da qui abbiamo pensato ad una proposta di mercato coperto a chilometro zero sfruttando le aziende di agriturismo circostanti. Altro punto sul quale voglio porre l’attenzione sono i centri di aggregazione, un esempio su tutti è il Bocciodromo. Oggi è in condizioni precarie per un utilizzo più funzionale all’attività turistica ed ha bisogno di investimenti importanti per essere valorizzato, sia per attività ricreative per i giovani e meno giovani, sia per attività di ristorazione.

L’anno scorso le elezioni amministrative non hanno raggiunto il 50%. Vista la presenza di un solo candidato, Daniele Boldrini, è stato nominato il commissario prefettizio. Come giudica l’anno appena trascorso?

Per quanto riguarda l’anno trascorso lo vedo come un anno di transizione necessario per poter ripartire con più forza e convinzione. I cittadini hanno dimostrato disaffezione per la presenza di una sola lista, oggi ce ne sono ben tre.

Crede che questo abbia appassionato attivamente i cittadini?

La cosa è positiva perché ognuno di noi porterà più persone a votare e di conseguenza ci sarà maggior coinvolgimento della popolazione.

Ci può presentare la sua lista? Da chi è composta?

La lista è composta da persone motivate e convinte che Brezzo di Bedero meriti una proposta innovativa. Le prime idee le abbiamo esposte nel programma elettorale, volutamente breve perché prima ne vogliamo verificare la fattibilità economica, ma penso che non occorrano tanti soldi per creare maggiore aggregazione. I miei compagni di viaggio sono la dottoressa Laura Tamborini, Elena Claudia Battistoni, Luisella Passera, la dottoressa Claudia Sabò in Galbiati, la dottoressa Laura Xausa, Roberto Meoni, Alberto Parini, il dottor Massimo Tettamanzi, Egidio Vismara ed, infine, il dottor Arsenio Wiquel.

Quali le priorità nel caso in cui veniste eletti?

Le cosiddette pulizie di primavera: c’è tanto da fare, piante, abbellimenti, aiuole, ecc..

Come vede Brezzo di Bedero tra 10 anni?

Fra 10 anni è un tempo lunghissimo e con l’aria che tira saranno necessarie delle novità importanti…

Nei prossimi giorni e settimane continueremo il nostro viaggio tra i candidati sindaci dei paesi del territorio: Cremenaga, Lavena Ponte Tresa, Brezzo di Bedero e Montegrino Valtravaglia.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127