EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
24 Aprile 2016

L’Epikure Luino Volley cade in casa contro Mezzana Corti. Il sogno chiamato “Serie C” è ancora possibile

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Seconda sconfitta consecutiva, la prima in tutto il campionato in casa, per l’Epikure Luino Volley, che contro ogni pronostico perde in quattro set il match contro Mezzana Corti. A fronte di due partite da giocare contro Rho e Cislago, la possibilità della promozione non è di certo irrisoria, poiché per salire di categoria bisogna essere tra le tre migliori seconde dei sette i gironi e l’Epikure è attualmente terza.

L'Epikure Luino Volley cade in casa contro Mezzana Corti. Il sogno chiamato "Serie C" è ancora possibile (Foto © Francesco Muzzopappa‎)

L’Epikure Luino Volley cade in casa contro Mezzana Corti. Il sogno chiamato “Serie C” è ancora possibile (Foto © Francesco Muzzopappa‎)

L’Epikure Luino Volley cade in casa contro Mezzana Corti. Il sogno chiamato “Serie C” è ancora possibile. Partita dalle mille sorprese e con un primo set al cardiopalma, che ha visto trionfare ai vantaggi le pavesi. Le padroni di casa sono apparse disorientate dall’aggressività con cui sono scese in campo le ospiti, che si sono presentate con un organico rinforzato per poter mantenere la squadra nell’attuale campionato. Per Luino, invece, gli obiettivi erano altri: la sconfitta suona come un’occasione persa per raggiungere matematicamente la Serie C. Ecco il resoconto del match.

Epikure Luino Volley – Colombo Impianti Mezzana Corti 1-3 (26-28, 25-21, 21-25, 23-25)

Il 5-1 con cui si apre il primo set sembra il preludio di una partita che si chiuderà in breve e facilmente, contro una squadra di medio-bassa classifica. Inconsciamente, è probabile che anche le luinesi lo abbiano pensato, perché non si spiega altrimenti il drastico calo che le stesse hanno avuto poco dopo, quando Mezzana Corti capovolge il risultato a proprio favore (5-8) e riesce a mantenere lo stesso andamento fin oltre la metà del set (13-18). Luino arranca, ma grazie anche a qualche disattenzione di troppo delle avversarie, riesce a recuperare qualche punto fino all’insperata parità sul 24-24 e ad allungare il match ai vantaggi. Simonetto si impone dal centro, con due schiacciate fotocopia, su perfetto appoggio di Giannini, ma è inutile: le pavesi chiudono 26-28.

Tutto da rifare quindi per l’Epikure. Ma l’andamento della prima parte di set è identico al precedente: il minimo vantaggio svanisce presto e Mezzana Corti scappa un’altra volta (6-10). Ancora un recupero (15-15) e questa volta le padroni di casa non si fanno ipnotizzare e continuano la scalata verso il vantaggio. Grazie a un miracoloso intervento di Magnaghi (recuperata un’insperata palla quasi in tribuna), il risultato si fissa sul 19-16. Nonostante le diverse “sviste” dell’arbitro e qualche “doppia” chiamata di troppo, Luino riesce a portare a casa il set, chiudendo con un pallonetto di seconda di Giannini e un’altra palla centrale di Simonetto.

Il terzo set parte con il piede sbagliato e finisce anche peggio. Mezzana Corti, sempre in vantaggio, non incontra alcuna difficoltà nel condurlo, creando fin da subito un abisso (9-16) che le luinesi faticheranno a colmare. Le ospiti, forti di una difesa attenta e precisa – in particolare il libero – e di un attacco lineare e spensierato, riescono a far male all’Epikure sotto ogni aspetto. Coach Lisanti, visto l’andamento del set, decide allora di far spazio a Di Nino, Perpenti e Fallati, e far riposare le titolari, apparse non più brillanti (anche in vista del proseguo del match). Il gap viene diminuito ma sul 15-18 un nettissimo ace di Perpenti, chiamato out, toglie ogni speranza alle luinesi, che, nonostante due perfette diagonali di Vigato e Mastropietro, non si vedono neanche assegnare un punto “a tavolino” per un errore tecnico in battuta delle avversarie.

Il quarto set si mantiene sostanzialmente equilibrato fin al 18 pari. Ma a farlo da padrone è, brutto a dirsi, ancora una volta l’arbitro, che in più di un’occasione sembra prendere decisioni solo in una direzione (ndr, vengono chiamate numerose doppie alle luinesi, non dedicando la medesima attenzione alle ospiti). Un’invasione inesistente permette a Mezzana Corti di andare al time out sul 18-20. Le urla di gioia delle pavesi, cariche a mille, risuonano nella palestra e danno una piccola scossa alle ragazze di casa che tentano ancora una volta il recupero per salvare il possibile, ma sul 23-24 non possono niente su una diagonale avversaria che decreta la sconfitta.

Il prossimo appuntamento è sabato 30 aprile alle 20.30 in trasferta a Stellanda (MI), per sostenere le ragazze verso un sogno chiamato Serie C.

Risultati match della 24a giornata di campionato Girone C Serie D Lombardia: Metalgiemme Arcus – U.s. Marnatese 1-3; Innowatio Foppapedretti – Junior Tromello 2009 0-3; Vanilla Besnate Orago – Mtv Marina Militare 3-1; Epikure Luino Volley – Colombo Impianti Mezzana Corti 1-3; Volley Excelsior Bergamo – Uyba Futura Busto 0-3; Asd Cus Pavia – Vero Volley Cislago 3-0; Asd Pallavolo Rho – Domus Novacafé Ambivere 1-3.

Classifica Girone C Serie D Lombardia: Domus Novacafé Ambivere 68; Epikure Luino Volley 56; Vanilla Besnate Orago* 51; Mtv Marina Militare 50; Junior Tromello 2009 48; Asd Cus Pavia 38; U.s. Marnatese* 35; Uyba Futura Busto 33; Asd Pallavolo Rho 31; Colombo Impianti Mezzana Corti 25; Innowatio Foppapedretti 23; Vero Volley Cislago 20; Metalgiemme Arcus 13; Volley Excelsior Bergamo 10.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127