15 Marzo 2016

L’attività della Guardia di Finanza nel 2015 in Provincia di Varese. Ecco il resoconto

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Sono stati divulgati oggi i dati relativi ai risultati operativi conseguiti dalle “Fiamme Gialle” varesine nel corso del 2015. L’impegno del Corpo è proseguito senza soluzione di continuità per tutelare l’economia legale e le imprese rispettose delle regole, garantire allo Stato, all’Unione Europea, alle Regioni e agli Enti locali il regolare afflusso ed il corretto impiego delle risorse destinate al benessere della collettività e al sostenimento delle politiche di sviluppo economico e sociale.

L'attività della Guardia di Finanza nel 2015 in Provincia di Varese. Ecco il resoconto

L’attività della Guardia di Finanza nel 2015 in Provincia di Varese. La strategia messa in campo, in linea con le direttive impartite dall’Organo di Vertice, ha agito su 3 leve principali: l’attività investigativa, con la conclusione su tutto il territorio provinciale di circa 1.180 deleghe d’indagine pervenute dalla magistratura ordinaria e dalla Corte dei Conti; l’esecuzione di 40 piani operativi, per l’aggressione sistematica e organizzata ai più gravi fenomeni di illegalità economico-finanziaria attraverso l’esercizio degli autonomi poteri d’intervento attribuiti al Corpo; l’azione di contrasto ai grandi traffici illeciti.

Lotta alle frodi fiscali e all’economia sommersa. Contro l’evasione e le frodi fiscali, anche di tipo organizzato, sono state concluse oltre 1.033 indagini di polizia giudiziaria, di cui 558 fra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela del complesso degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali. Sono stati denunciati 156 soggetti responsabili di 255 reati fiscali, riguardanti la redazione di dichiarazione fraudolenta ed infedele, omessa dichiarazione dei redditi, emissioni di fatture per operazioni inesistenti ed occultamento/distruzione di documenti contabili. In tale ambito sono stati individuati 25 frodi all’I.V.A. e 32 casi di evasione internazionale, per la maggior parte riferibili a fenomeni di fittizia residenza all’estero di persone e società, nonché la scoperta di 84 evasori totali, cioè soggetti che svolgendo attività economiche sono risultati completamente sconosciuti al fisco. Nel contesto sono stati individuati 1.481 lavoratori irregolari di cui 87 completamente “in nero”. Inoltre, sono state sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie, per il recupero a tassazione delle imposte evase, nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali per 4,4 milioni di euro ed avanzate proposte di sequestro per oltre 81 milioni. Scoperte infine 70 violazioni in materia di accise e altre imposte sulla produzione dei consumi con la denuncia di 16 soggetti.

Contrasto alle truffe sui fondi pubblici e all’illegalità nella pubblica amministrazione. Scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per euro 1,3 milioni di euro con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 27 soggetti. Individuate truffe nel settore Previdenziale ed al Sistema Sanitario Nazionale per circa 3 milioni di euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 9 soggetti. Sono stati individuati 62 persone, di cui 2 tratti in arresto, che nel corso del 2015 si sono resi responsabili di reati contro la Pubblica Amministrazione: peculato, corruzione, abuso d’ufficio, esercizio abusivo della professione, pubbliche forniture, pubblici incanti, oltraggio a Pubblico Ufficiale e altri reati contro la P.A.. Nell’ambito degli accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, segnalati sprechi o irregolare gestione di fondi pubblici, che hanno cagionato danni erariali per circa 5.700.000 euro. Sottoposti a controllo appalti pubblici per un ammontare di 12 milioni di euro, riscontrando irregolarità per 1,4 milioni di euro. Sono stat efettuati anche 89 controlli in materia di prestazioni sociali agevolate e ticket sanitari. Alcuni soggetti sono stati denunciati per più ipotesi di reato.

Contrasto alla criminalità organizzata ed alla criminalità economico-finanziaria. Sono stati eseguiti 86 accertamenti economico-patrimoniali, di cui 29 a carico di condannati e/o indiziati di appartenere ad associazioni mafiose e loro prestanome, che hanno riguardato sia persone fisiche che giuridiche. Nel settore del contrasto al fenomeno del riciclaggio, sono stati effettuati 85 interventi con la denuncia di 116 persone, di cui 2 in stato di arresto. Le somme oggetto di riciclaggio accertate, sono state pari a 820 milioni di euro con il sequestro di oltre 2 milioni di euro. Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari e finanziari, sono stati denunciati 68 soggetti, nonché accertate distrazioni patrimoniali in danno di società fallite per oltre 11 milioni di euro. I controlli svolti ai valichi di confine, sia terrestri che presso il locale aeroporto di Malpensa in entrata e/o uscita dal territorio nazionale, ai fini della verifica delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta, hanno consentito di riscontrare 4.066 violazioni amministrative connesse al trasferimento di valuta contante superiore ai limiti fissati dalla legge, che hanno permesso di intercettare valuta e titoli per oltre 62 milioni di euro. Sono stati sottoposti a sequestro euro 727.016.

Lotta alla contraffazione, tutela del “Made in Italy” e sicurezza prodotti. Sono stati eseguiti 108 interventi, la denuncia di 62 responsabili ed il sequestro di circa 300.000 prodotti illegali, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza, in violazione alla normativa del “made in Italy”.

Lotta ai giochi illegali e ai traffici di droga e di merci di contrabbando. Su 135 interventi effettuati presso le sale giochi e centri di scommesse, riscontrate 13 irregolarità, pari al 10% dei casi, 1 soggetto denunciato. Sequestrate circa 1,5 tonnellate di sostanze stupefacenti, tra cui 183 kg di cocaina, 78 kg di eroina, 65 kg di hashish e marijuana e 1.170 kg di droghe leggere. Sono stati denunciati 435 soggetti di cui 87 tratti in arresto. In quasi 195 interventi contro le frodi doganali ed il traffico di sigarette di contrabbando, sono state sequestrate oltre 2,2 tonnellate di tabacchi lavorati esteri. 161 soggetti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127