27 Dicembre 2015

I dieci libri che hanno segnato il 2015 tra sogni, rivelazioni, profezie e riflessioni. Una passione che non muore mai

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Trovare tempo per leggere non è sempre facile, specialmente quando si è stanchi dopo il lavoro. Si tratta, però, di una delle passioni “migliori”, nonostante le tentazioni tecnologiche abbiano preso il sopravvento. Il romanziere e critico Tim Parks, ha scritto in un lungo articolo sulla New York Review of Books: “Le condizioni in cui leggiamo al giorno d’oggi non sono più quelle di cinquant’anni fa e nemmeno di trenta. I momenti dedicati a letture serie te li devi conquistare e programmare”. Così vi proponiamo alcuni libri che secondo ADNKRONOS hanno segnato il 2015.

(internazionale.it)

(internazionale.it)

I dieci libri che hanno segnato il 2015 tra sogni, rivelazioni, profezie e riflessioni. Una passione che non muore mai. Alcuni ci hanno fatto sognare, altri si sono rivelati profetici, qualcuno ci ha riportato indietro nel tempo o ci ha fatto riflettere. Sono tanti i libri che hanno segnato il 2015, volumi molto diversi tra loro, eppure ciascuno ha lasciato il segno nel cuore dei lettori. Come Nicola Lagioia, vincitore quest’anno della 69esima edizione del Premio Strega con il romanzo “La Ferocia”, che ripercorre la storia della bella e ribelle Clara Salvemini, primogenita di una potente famiglia barese, trovata senza vita ai piedi di un autosilo. Suicidio o omicidio? Il lettore viene trascinato presto in un’ipnotica trama fatta di intrighi e giochi di potere che porterà a galla la verità.

Tra i nomi più in voga quest’anno nel panorama letterario spicca quello dell’autrice senza volto che si cela dietro allo pseudonimo Elena Ferrante, vero caso editoriale in Italia e all’estero (il “New York Times” ha inserito il quarto volume della tetralogia “L’amica geniale”, “Storia della bambina perduta” nella classifica dei migliori libri del 2015) che con la storia d’amicizia tra Lenù e Lila ha scalato le classifiche mondiali, conquistando milioni di lettori.

Visionario e profetico Michel Houellebecq, l’autore francese che nelle 280 pagine di “Sottomissione” immagina una Francia governata da un presidente musulmano secondo le leggi dell’Islam più conservatore. Il libro arrivò sugli scaffali delle librerie d’Oltralpe il 7 gennaio il giorno degli attentati a Charlie Hedbo , suscitando un’ondata di polemiche contro lo scrittore, con l’accusa di islamofobia.

Ma sono molti i titoli che hanno segnato il 2015, come il ritorno sulla scena della scrittrice statunitense Harper Lee, che a 55 anni dal capolavoro “Il buio oltre la siepe” ha pubblicato “Va metti una sentinella”, e ancora il thriller bestseller di Paula Hawnkins, “La ragazza del treno”, dal quale sarà tratto un film con Emily Blunt oppure il libro postumo di Giorgio Faletti “La piuma”.

Se ve li siete persi, ecco le migliori uscite editoriali di quest’anno:

1. Nicola Lagioia, vincitore del Premio Strega 2015 con “La Ferocia” (Einaudi)

2. Marco Bazano, vincitore del Premio Campiello 2015 con “L’ultimo arrivato” (Sellerio)

3. Harper Lee, “Va metti una sentinella” (Feltrinelli)

4. Elena Ferrante, “Storia della bambina perduta” (E/O)

5. Michel Houellebecq, “Sottomissione” (Bompiani)

6. Anthony Doerr, vincitore del Premio Pulitzer 2015 per “Tutta la luce che non vediamo” (Rizzoli)

7. Giorgio Faletti, “La piuma” (Baldini&Castoldi)

8. Paula Hawkins, “La ragazza del treno” (Piemme)

9. Marco Missiroli, “Atti osceni in luogo pubblico” (Feltrinelli)

10. David Lagercrantz, “Quello che non uccide – Millennium 4” (Marsilio)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127