Casalzuigno | 14 Aprile 2019

“Quanto sarebbe bello rilassarsi senza farsi travolgere dal ritmo del tempo”

Oggi una riflessione sul tempo che scandisce le nostre giornate ed è sempre più incalzante. "Ogni tanto sarebbe una cosa gradita dedicare un po' di tempo a sé stessi"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Ubi est tempus? Multum erat heri, paucum est hodie… et cras? Quantum erit?” (Dov’è il tempo? Ieri ve n’era molto, oggi poco… e domani? Quanto ce ne sarà?)

Ossequi a tutti! Oggi vorrei condividere con voi una riflessione riguardante il “Tempo.

Al giorno d’oggi ci lamentiamo tutti che non abbiamo tempo da perdere e che, altrimenti, esso se ne sarebbe andato via per sempre, tuffandosi in un oblio dal quale è quasi impossibile uscire. E’ vero che non viviamo in eterno e che non siamo come un campione di ossidiana, ma ogni tanto sarebbe una cosa secondo me gradita se noi esseri umani dedicassimo un po’ di tempo a noi stessi, anche se per un piccolo ed effimero momento, in modo tale da poter prevalere su qualsivoglia dilemma, su qualsiasi operazione, su ogni lavoro e fatica…

Solo così facendo, potrete rilassarvi e, dopodiché, potrete ricominciare a seguire il ritmo operativo e ad ultimare un compito qualsiasi (che sia un compito difficile di matematica, una difficoltà da arginare, un momento in cui si è oberati da tanti, tantissimi impegni, etc.).

Quanto sarebbe bello – e importante a mio parere – potersi render conto del privilegio di rimanere per un po’ in solitudine, rilassandosi ascoltando musica o pensando ad altro, vagando nei propri pensieri, non preoccupandosi delle cose da fare… Ebbene, volendo, ognuno di noi potrebbe – e dovrebbe – vivere quest’esperienza, seppur trovandosi in un mondo frenetico donde le ore sono scandite da qualcosa, donde le agende sono piene. Ritmi sempre più incalzanti, richieste e appuntamenti costanti, corse al supermercato, per strada, in banca, a casa… tutto sommato, si corre per paura di non fare in tempo a ultimare i propri compiti, riunioni, incontri. Bisogna, quindi, acquisir la forza di dirsi “STOP”, “fermati”.

Inoltre, per chi se lo chiedesse, la frase iniziale da me scritta in latino vuole far riflettere sull’oramai passata abbondanza di tempo, al giorno d’oggi ignorata dalla gente comune, pensando poi al futuro, che sarà a quel punto più favorevole alle cose subitanee, repentine. Un noto esempio è la tecnologia che va diffondendosi ed evolvendosi assai velocemente e che desidera operare come una seconda “umanità”, molto più celere e puntuale.

Per oggi tutto è raccontato, ora tutti vi saluto con piacere,

Nuove avventure con ansia ci aspettano,

E allora sarà una gioia poterle leggere e scoprire.

Dall’angolo di Samu è tutto, ci vediamo alla prossima!

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127