Casalzuigno | 30 Marzo 2019

Dopo stereotipie, blocco vocale ed ecolalie, oggi è la volta dell’Anti-Vista

Un viaggio nel mondo dell'Anti-Vista, dell'Aggressività, della Pseudo-Sordità e dell'Anti-Coordinazione. "Non lasciate che i Ragazzi Autismo vi rovinino l'esistenza"

Dopo stereotipie, blocco vocale ed ecolalie, oggi è la volta dell'Anti-Vista
Tempo medio di lettura: 3 minuti

Le stereotipie, il blocco vocale, le ecolalie… sono ormai storia passata! E perciò, oggi, si può discutere di altri due, anzi quattro disturbi del Re Autismo. Sto parlando dell’Anti-Vista, dell’Aggressività, della Pseudo-Sordità e dell’Anti-Coordinazione. Dopo averne discusso, la Dinastia degli Autismoidi potrà tramontare, terminare.

Allora, l’Anti-Vista, o più precisamente l’Anti-Contatto Visivo, è un Autismoide molto dispettoso che si diverte a far cambiare direzione del proprio raggio visivo o, giusto per semplificare, lo confonde, privando il soggetto affetto del piacere di guardare dritto negli occhi i propri amici e genitori. Ovviamente, anche se costui vi terrà un’imboscata, non vuol dire che non vediate più un nonnulla, altrimenti assumerebbe più le sembianze di una cecità vera e propria. Rende l’attenzione e la possibilità di fare più cose contemporaneamente precarie.

Riesce anche a far sembrare gli occhi del soggetto distratti, facendogli distogliere lo sguardo da un oggetto od una persona. Tenace nemico dell’esistenza, egli trova sempre l’occasione di organizzare imboscate grazie ai suoi assalti… alla cieca! Vi dirò di più, spesso mi sono capitati e mi continuano a capitare episodi in cui ho evitato il contatto visivo quando mi sono trovato davanti a qualcuno che parlava con me.

L’aggressività? Si verifica nei ragazzi e nei bambini affetti da autismo, tant’è vero che quando ero piccolo, ne ero provvisto un poco anch’io. Fortuna vuole, però, che quest’aggressività si sia dissolta col tempo. A volte può capitare che tali ragazzi e bambini tendano ad urlare, strillare come aquile, dare schiaffi, calci, morsi, pugni in testa, strappare i capelli a qualcuno, strapparsi i vestiti, rompere oggetti quali computer, telefonini, giochi… tutta una serie di dolorosi eventi. Inoltre codeste azioni possono ritorcersi contro sé stessi (autolesionismo), dandosi morsi, picchiandosi senza motivo apparente. Questo succede quando vengono toccati, provocati, o anche semplicemente per puro caso. Bisogna controllarla, in alcuni gravi casi anche per mezzo dei farmaci, per poter vivere civilmente per il rispetto degli altri e di sé stessi (ovviamente senza essere un moralista). Si spera che un giorno, la questione Aggressività si chiuda una volta per tutte. Fortunatamente, nel mio caso, non ho mai avuto davvero bisogno di farmaci, poiché io stesso, col tempo, ho visto questa lacuna dissolversi.

La Pseudo-Sordità è una Puella Autismi Regis (Ragazza dell’Autismo) il cui hobby prediletto è creare una sordità apparente, non autentica. Così, quando gli/le viene posto una domanda come Ciao, come stai? oppure Tutto bene?, non si vuole e/oppure si finge di non sentire quello che è stato appena detto. Disturbo assai comune nei ragazzi affetti. Non fatevi ingannare dalla sua musica: riesce comunque ad imprigionare il vostro udito.

E, infine, ci ritroviamo faccia a faccia contro il settimo e ultimo boss della faccenda: l’Anti-Coordinazione! Si tratta anche lui di qualcosa di problematico, poiché egli pregusta già il momento in cui altererà il cavo della coordinazione, facendo distrarre non poco il soggetto che ne è affetto, come per esempio durante un’interrogazione a scuola, una corsa, un allenamento, facendo commettere errori, sia piccoli sia grandi. Purtroppo anche io ne sono provvisto, tant’è vero che sono un tipo che, ogni tanto, si perde un po’ via, ma che al tempo stesso riesce a cavarsela usando i neuroni a mia disposizione.

Nel nostro complesso, come detto dal mio papà, siamo tutti inizialmente un po’ autistici e tendiamo a fare cose pazze perché, ogni tanto, il cervello non lavora come dovrebbe, come purtroppo succede al giorno d’oggi. L’importante è il saperlo maneggiare al meglio, senza farsi sopraffare dagli assalti autistici o, per lo meno, far sì che ciò non accada.

Non lasciate che i Ragazzi Autismo vi rovinino l’esistenza: siate forti e combattete contro di loro. Siate devoti verso gli educatori e verso le ONLUS e anche verso voi stessi e le vostre volontà, senza le quali difficilmente uscirete vincitori da questo duro scontro. Continuate a combattere per il vostro benessere…

Grazie mille per aver letto l’articolo, vi auguro un lieto proseguimento di giornata.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127