Lavena Ponte Tresa | 10 Giugno 2024

Lavena Ponte Tresa e Cunardo celebrano Giacomo Matteotti a cento anni dal suo assassinio

Questo pomeriggio la celebrazione in ricordo del deputato ucciso dai fascisti nel 1924. Mastromarino: «Difese il diritto di andare, liberi, a votare»

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

A cento anni dall’assassinio di Giacomo Matteotti, avvenuto il 10 giugno del 1924, sia Cunardo che Lavena Ponte Tresa celebra la figura del deputato ucciso da alcuni squadristi fascisti dopo un forte discorso in Parlamento.

La cerimonia, a cui le amministrazioni e la Comunità Montana del Piambello invitano tutti i cittadini, si terranno alle ore 18.45 nel parcheggio di via Matteotti a Cunardo e alle 18.00 nella piazza intitolata proprio a Matteotti a Lavena Ponte Tresa.

Matteotti, ricorda il sindaco Massimo Mastromarino, «fu assassinato cento anni fa perché in Parlamento denunciò violenze e brogli nelle elezioni del 1924 che dettero inizio alla dittatura fascista. Difese il diritto di andare, liberi, a votare».

Un diritto che, a margine delle elezioni appena concluse, europee e amministrative, che vedono Lavena Ponte Tresa come il paese con il dato di affluenza più basso, 26,46%, si trasforma in un dato «che deve far riflettere ciascuno di noi», chiosa Mastromarino. «In Italia non ha votato 1 italiano su 2 (il 50,4%). In Lombardia è andata un po’ meglio, dove i non votanti sono il 44,71%. A Lavena Ponte Tresa non hanno votato 3 cittadini su 4 (il 73,5%). Un dato disarmante».

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127