EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 19 Settembre 2021

Nuove figure e tempo dedicato agli ospiti: il Monsignor Comi di Luino guarda al futuro

Migliori processi di cura, maggior ricorso alla tecnologia e rafforzamento dell’équipe con competenza e professionalità sono gli obiettivi della Fondazione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

I momenti difficili – e anche drammatici – che la Fondazione Monsignor Comi di Luino ha dovuto affrontare lo scorso inverno, a causa del Covid-19 che ha colpito duramente ospiti e personale della struttura, sono ormai alle spalle e la RSA è pronta a guardare al futuro.

Non solo con le iniziative che hanno permesso ai famigliari di tornare a trovare i propri cari il più in sicurezza possibile e di accogliere nella Casa Albergo o nella Struttura Protetta ben 92 nuovi ospiti fino ad ora, ma anche con altre azioni volte a “fronteggiare e migliorare le necessità correnti”.

Nuove figure infermieristiche, infatti, sono state inserite nell’organico, mentre restano comunque attivi tutti i canali per la ricerca e la selezione di ulteriore rafforzamento dell’équipe, della quale sono stati sempre molto apprezzati l’impegno, la dedizione e la disponibilità – insieme a quella di tutto il personale della Fondazione – in relazione alla carenza di figure presenti sul mercato. È inoltre previsto anche un ampliamento della copertura oraria diurna in presenza del personale medico per il quale, anche in questo caso, prosegue la ricerca e di selezione di medici per realizzare questo ulteriore rinforzo.

“Al fine di migliorare i processi di cura, attraverso l’auspicabile risparmio di tempo per gli aspetti burocratici e prestare maggior tempo alla relazione con gli ospiti, – spiega il vicepresidente Alberto Frigerio – è stata attivata la cartella clinica elettronica introducendo l’utilizzo di tablet al fine di documentare al meglio le attività e cure prestate agli ospiti delle strutture. Come anche per il supporto informatico gestionale, che riveste particolare rilevanza, è stata potenziata la rete informatica, la connettività Internet ed è in corso il l’aggiornamento del software gestionale amministrativo”.

Oltre a ciò, è stata sottoscritta anche una convenzione con l’ASST Sette Laghi, in collaborazione con l’Università dell’Insubria, grazie alla quale verranno ospitati a breve, nella struttura, i tirocinanti della Scuola Infermieri e della Scuola Fisioterapisti che verranno seguiti con il tutoraggio del personale della Fondazione, che Frigerio desidera ringrazia per la disponibilità. Nel frattempo proseguono anche i tirocini curricolari del personale ASA, in collaborazione con le agenzie di formazione del territorio.

Un altro traguardo importante raggiunto dalla Fondazione, prosegue il vicepresidente, “è l’aver superato i 20 utenti del servizio della RSA Aperta con grande soddisfazione da parte delle famiglie”. È attivo anche il supporto psicologico ed è previsto un ulteriore potenziamento con la figura di un nuovo fisioterapista, mentre altri progetti innovativi sono allo studio per proiettare la Fondazione Mons. Comi verso un futuro in linea con gli indirizzi sanitari nazionali e regionali ma, soprattutto, in linea con lo spirito di servizio che da sempre ne ha ispirato il modo di lavorare “e tutto questo grazie ad un nuovo assetto organizzativo proiettato nel medio lungo periodo, unito a competenza e professionalità di tutto il personale”, conclude Frigerio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127