EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 5 Settembre 2021

Da Luino a Sanary-sur-Mer, il bilancio del gemellaggio sportivo: “Successo su tutta la linea”

Il consigliere Libero Tatti, organizzatore dell’iniziativa, racconta l’esperienza vissuta dai ragazzi: “Hanno saputo fare onore a Luino e all’Italia”. Ecco com’è andata

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Si è conclusa domenica 29 agosto a Sanary-sur-Mer la prima edizione del gemellaggio sportivo tra le città di Luino (Italia), Sanary-sur-Mer (Francia) e Bad Säckingen (Germania). Il consigliere comunale Libero Tatti, organizzatore e referente del progetto sul versante luinese, traccia un bilancio dell’iniziativa.

L’apprensione alla vigilia era reale per via della recente impennata dei contagi nel sud della Francia, e la rinuncia all’ultimo dei nostri amici tedeschi in seguito alla quarantena imposta a chi tornasse in Germania dal sud della Francia è stata un brutto colpo. Prima di tutto per il lavoro andato in fumo, ma anche perché un triplice gemellaggio italo-franco-tedesco, ossia tra i tre grandi paesi fondatori della CEE, avrebbe assunto un’importante valenza simbolica in questo difficile periodo storico. In concertazione con Sanary e le famiglie dei ragazzi abbiamo però deciso di continuare, e oggi possiamo dire che non ce ne siamo pentiti: il gemellaggio sportivo è stato un successo su tutta la linea.

La prima bella notizia, di pochi giorni fa, è che assieme ai nostri partner siamo riusciti, al primo tentativo, a vincere il bando europeo pubblicato nell’ambito del programma Erasmus+, che ci permette di accedere ad un finanziamento di 30.657 euro per questo progetto.

La seconda buona notizia è che il gemellaggio tra i nostri comuni rinasce sotto i migliori auspici. In questi mesi di collaborazione abbiamo gettato solide basi per un’amicizia feconda tra le nostre città, frutto del grande spirito di squadra che si è instaurato con gli omologhi francesi e tedeschi. Questa complementarità tra amministrazioni è poi culminata con l’incontro a Sanary tra il sindaco francese Ferdinand Bernhard ed Enrico Bianchi, che ha deciso di recarsi anch’esso in loco per un paio di giorni, non ultimo per rassicurare le famiglie. Tra i due si è subito stabilita un’ottima intesa. Molto apprezzato e istruttivo il giro serrato dei tanti progetti realizzati dall’amministrazione Bernhard in 32 anni di governo, in particolar modo per giovani e bambini.

La partecipazione fianco a fianco dei due sindaci alla cerimonia solenne per il 77esimo anniversario della liberazione di Sanary è stata anch’essa, per ovvie ragioni storiche, ricca di significato. Riporteremo in versione integrale l’emozionante discorso del sindaco francese, e non dimenticheremo l’inaspettato quanto sbalorditivo omaggio reso ai nostri ragazzi durante i fuochi d’artificio: https://www.facebook.com/villedesanary/videos/618291666209169/.

Ultimo aspetto, il più importante: l’esperienza vissuta dai ragazzi. Dal punto di vista prettamente sportivo, oltre alle discipline diffuse (calcio, pallavolo, canottaggio, paddle, catamarano, immersione subacquea), i nostri giovani hanno familiarizzato con sport “locali” quali il rugby e la boxe francese, nonché l’onnipresente gioco delle bocce. Spiace solo aver rinunciato per questioni burocratiche all’intrigante gara di “joutes”, una versione acquatica della giostra medievale. Il ricco programma sportivo è poi stato completato da un corso di street art, una corsa d’orientamento in città, la visita di un agriturismo biologico a vocazione pedagogica e quella del visionario Fab Lab comunale, dove i ragazzi hanno potuto stampare oggetti personalizzati in 3D. Molto bella anche la visita dello splendido mercato diurno e notturno di Sanary, eletto “più bel mercato di Francia” nel 2018: https://www.facebook.com/villedesanary/videos/827429814600425/.

In linea con le cosiddette ‘green credentials’ sollecitate dal programma Erasmus+, particolare attenzione è stata data all’impronta ecologica. E così, se da una parte la pandemia ci ha costretti a rinunciare al viaggio in treno a favore del pullman, dall’altra è stato ridotto al minimo l’uso della plastica durante il soggiorno, e gli spostamenti sono tutti avvenuti a piedi, con ragazzi ed accompagnatori che in 7 giorni hanno totalizzato oltre 100 km di camminate. Due serate sono inoltre state dedicate ad una riflessione sui temi delle buone pratiche sportive, dell’accessibilità e dell’uguaglianza di genere nello sport. Le interviste dei giovani francesi ed italiani saranno inoltrate a Erasmus+ insieme alla relazione del progetto che stileremo con i nostri omologhi.

Ma il più grande successo di questa iniziativa sono stati i ragazzi stessi, che a Sanary hanno saputo fare onore a Luino e all’Italia trasmettendo l’immagine di un gruppo aperto, allegro, collaborativo, motivato e rispettoso delle regole, a detta, in primis, di tutti gli operatori francesi. Un gruppo che con i coetanei transalpini ha instaurato un’amicizia destinata – a loro dire – ad andare oltre questo indimenticabile gemellaggio di fine estate: https://www.instagram.com/p/CTK-oQBjD9j/.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127