EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Besano | 31 Agosto 2021

Besano, rientro in classe: niente più pomeriggi per gli alunni. Il Comune corre ai ripari

A fronte della decisione del consiglio d'istituto, l'amministrazione ha potenziato il doposcuola e messo a punto della agevolazioni economiche

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sarà un inizio anno diverso, e non soltanto per le norme anti covid e le incognite legate all’utilizzo del green pass, quello degli alunni iscritti alla scuola primaria e secondaria di Besano e, di conseguenza, delle rispettive famiglie.

Un tema nelle scorse ore ha alimentato più di ogni altro aspetto il dibattito tra le famiglie, dopo la notizia della rimozione dal programma scolastico dei due rientri pomeridiani previsti per i precedenti anni.

Per lo stesso motivo il Comune di Besano ha preso posizione rispetto ad una scelta su cui non ha potuto intervenire. E’ questo il primo punto che viene messo in evidenza all’interno della missiva indirizzata alle famiglie e firmata dal primo cittadino Leslie Mulas, dal vice sindaco Flavia Gervasini e dal consigliere Serena Armagno.

“La proposta del collegio docenti è stata accolta dalla maggioranza del Consiglio d’istituto ancor prima che ogni tipo di intervento vostro e nostro fosse compiuto – viene specificato – e quindi il nuovo orario entrerà in vigore con l’inizio del prossimo anno scolastico”.

L’amministrazione, però, ha cercato di correre ai ripari nell’interesse delle famiglie e facendo leva sui mezzi a propria disposizione. “Il doposcuola – si apprende ancora dalla lettera – sarà organizzato in quattro pomeriggi a settimana, con orario 14-17.30 e per gli iscritti sarà previsto anche il servizio mensa. Il servizio partirà lunedì 18 ottobre. Mentre la quota del buono pasto sarà a carico delle famiglie, quella del doposcuola sarà totalmente a carico dell’amministrazione fino al 31 dicembre 2021. Diversamente, da gennaio 2022 sarà a carico delle famiglie anche una quota mensile di iscrizione che sarà comunicata più avanti”.

Per quanto riguarda il servizio mensa, i genitori dovranno sottoscrivere una nuova richiesta di adesione per i propri figli, utilizzando dei moduli che verranno presto messi a disposizione. Il Comune ha inoltre provveduto a raddoppiare la capienza del servizio, portandola ad un massimo di 45 alunni, con precedenza ai bambini della scuola primaria.

“Siamo consapevoli che l’organizzazione del doposcuola non potrà andare incontro alle esigenze di tutti – viene sottolineato nelle righe conclusive della lettera firmata dall’amministrazione comunale- speriamo, comunque, di alleggerire il peso di molte famiglie e di permettere agli alunni di godere di un anno in cui ricominciare finalmente a vivere l’ambiente scolastico come un luogo in cui oltre a ricevere un’istruzione, è possibile esperire anche piacevoli momenti di vita comune che riteniamo possano rendere la loro quotidianità più serena e spensierata”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127