EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lavena Ponte Tresa | 19 Agosto 2021

“Un poliziotto, minacciato con un coltello, spara a Ponte Tresa. Il Taser indispensabile”

A margine dell'episodio di questa mattina interviene il segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia, Stefano Paoloni. "No all'atto dovuto"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Questa mattina a Lavena Ponte Tresa, in provincia di Varese, due operatori di polizia, in una semplice attività di controllo, hanno rischiato seriamente la loro incolumità“. Ad affermarlo è il segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia, Stefano Paoloni.

Il fatto è accaduto in via Guglielmo Marconi, a Lavena Ponte Tresa, strada che collega il paese a Brusimpiano, e “quando uno dei due rappresentanti delle forze dell’ordine ha chiesto un semplice documento, si è visto arrivare una coltellata che ha evitato per un soffio, sferrata da un nordafricano. Il collega visto il pericolo imminente ha sparato ferendo gravemente l’uomo”, continua Paoloni.

“A Varese abbiamo dovuto affrontare un altro intervento rischioso e purtroppo è rimasto gravemente ferito un uomo di 35 anni – il commento di Stefano Paoloni, Segretario Generale del SAP –. Ancora una volta se avessimo potuto utilizzare il Taser non vi sarebbero state gravi conseguenze. Siamo assolutamente fiduciosi negli accertamenti e nelle verifiche che la magistratura dovrà effettuare, ma auspichiamo che non vengano emessi meri provvedimenti per ‘atto dovuto’ se non in caso di evidenti responsabilità”.

“Nell’auspicio che l’uomo possa presto ristabilirsi esprimiamo vicinanza e solidarietà ai due colleghi coinvolti nell’intervento per il difficile momento professionale che stanno affrontando”, conclude Paoloni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127